Addobbi natalizi a rischio incendio, la GdF sequestra 60mila confezioni

0

PISTOIA – La Guardia di Finanza, in collaborazione con gli ispettori della Camera di Commercio di Pistoia, ha sequestrato circa 60.000 confezioni di catene luminose per addobbi natalizi made in china ritenute pericolose che erano state poste in vendita in due negozi di Pistoia ed Agliana.

visto l’approssimarsi delle festività di fine anno, i finanzieri del comando provinciale, diretti dal capitano Taurino, hanno intensificando i controlli sul territorio pistoiese per arginare la commercializzazione di prodotti contraffatti ed insicuri che attirano gli acquirenti per via del prezzo conveniente ma che risultano scadenti nella qualita’  e persino pericolosi per la salute e, difatti, in un import-export di Pistoia gestito da un cittadino cinese i finanzieri hanno sequestrato – per violazione all’articolo112 del codice del consumo – circa 58.000 confezioni di catene luminose multicolori per l’addobbo degli alberi di natale nelle abitazioni.

Dal controllo è risultato che il cavo di alimentazione non era conforme alle prescrizioni di sicurezza e, quindi, sussisteva  il concreto rischio d’incendio in caso di contatto tra le luminarie e la chioma sintetica ed infammiabile degli alberi di natale.

I militari hanno sequestrato altre  1200 confezioni di “tubi luminosi” pericolosi nei confronti di un negoziante cinese di Agliana.

Infine, sugli scaffali di un esercizio commerciale di Montecatini Terme sono stati sequestrati  52 pupazzi “babbo natale” a grandezza d’uomo made in china e privi dei requisiti di sicurezza che  il negoziante si era procurato tramite internet.

Il valore complessivo della merce irregolare sottratta al mercato e’ stato stimato in circa 300.000 euro portando ad oltre 300.000 i prodotti contraffatti ed insicuri sequestrati dai finanzieri di Pistoia dall’inizio dell’anno.

No comments

*