Aeroporti, Stella (FI): “Toninelli sbaglia, scalo Firenze strategico per la Toscana”

FIRENZE – “Il ministro Toninelli sbaglia a dire che solo l’aeroporto di Pisa è strategico per la Toscana: lo è anche quello di Firenze, serve un’area vasta in cui abitano un milione di residenti, un bacino turistico che vede milioni di presenze ogni anno, ed è fondamentale per l’economia fiorentina e pratese. Se il ministro dei Trasporti vuole bloccare l’ampliamento dell’aeroporto di Firenze, deve dirlo chiaramente, e prendersi la responsabilità politica dei suoi atti”. Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella (Forza Italia), replicando al titolare del dicastero dei Trasporti e delle Infrastrutture, secondo cui ‘Pisa deve restare in pole position come scalo strategico della Toscana’.

“Ormai – osserva Stella – sembra chiaro che Toninelli sta mettendo in discussione l’allungamento della pista dell’aeroporto fiorentino. Invece, è assolutamente prioritario che venga realizzata, non può più subire ritardi, perché costituisce un bene pubblico irrinunciabile per imprese, cittadini, turismo culturale e congressuale. Chi si oppone all’ammodernamento dello scalo, dica chiaramente che non gli interessano lo sviluppo economico e le nuove prospettive occupazionali dell’area metropolitana”.

“La gestione integrata degli scali di Pisa e Firenze – sottolinea Stella – non significa penalizzare il ‘Vespucci’ a vantaggio del ‘Galilei’, ma potenziare entrambi gli aeroporti. Il manifatturiero ha bisogno di accessi diretti alla città dalle principali destinazioni internazionali, così come il turismo e le fiere. Imprenditori, commercianti e uomini d’affari, con l’ammodernamento del Vespucci, potranno fare voli diretti su città finora irraggiungibili. Ne beneficeranno turismo e occupazione, i passeggeri raddoppieranno e si calcola che questo porterà a 5300 posti di lavoro in più nell’area fiorentina: opporsi è follia pura”.