Al via domenica 25 gennaio la stagione lirica a Casciana Terme con Madama Butterfly

0

Sarà Madama Butterly, una delle opere più spettacolari di Giacomo Puccini, che da più di un secolo entusiasma i suoi spettatori. ad aprire domenica 25 gennaio alle 17,00 la seconda stagione lirica del Teatro Verdi di Casciana Terme.

Dopo la stagione passata che ha visto in cartellone i titoli Gianni Schicchi, Elisir d’amore e il Don Giovanni, quest’anno il programma lirico, organizzato dall’Accademia G.Verdi nella persona di Paolo Pecchioli, oltre all’opera pucciniana, sul palco del Verdi ci saranno le rappresentazioni de “La Traviata” di G. Verdi il 24 maggio e de “Il Matrimonio Segreto” di D. Cimarosa l’11 ottobre.

Tutto questo è stato possibile oltre che dal contributo di 33mila euro dell’Amministrazione Comunale e degli sponsor a cui si affida per condividere i progetti di punta, anche dalla riconferma della corposa donazione di 25mila euro di un anonimo mecenate che si è innamorato del progetto. La storia parte nel 2014 quando arrivò il primo contributo: “Una persona che aveva frequentato i luoghi di Casciana- spiega Piecchioli, Direttore artistico e Organizzatore – rimasto particolarmente colpito dal Barbiere di Siviglia andato in scena nel 2013 in occasione delle celebrazioni della riapertura del Teatro Verdi, decise di proporsi come finanziatore dell’intero progetto dell’Accademia al solo patto di restare anonimo. Un vero benefattore interessato esclusivamente alla crescita della cultura e alla creazione di occasioni e opportunità per i giovani di talento affinché possano mettersi alla prova in un ambiente protetto, ma non di qualità inferiore rispetto ad altri palcoscenici”.

Contributo che il “misterioso” mecenato ha garantito per i prossimi quattro anni permettendo una progettazione di più ampio respiro.

“Per Casciana Terme Lari la stagione lirica rappresenta un’importante occasione di sviluppo – afferma il Sindaco, Mirko Terreniperché la comunità avrà la possibilità di partecipare ad un ventaglio di spettacoli operistici di alto livello che, siamo convinti, potranno dare risonanza oltre i confine del nostro territorio comunale sia in termini di visibilità che in termini economici. Per questo l’amministrazione ha voluto dare il proprio sostegno economico per la realizzazione della stagione lirica, convinti che questa proposta culturale sia d’arricchimento e per la comunità e per il territorio, a dimostrazione che progetti di qualità possono prendere vita anche in contesti più piccoli come il nostro.

Madama Butterfly,è una delle opere più conosciute al mondo, una delle più celebri del compositore italiano noto come uno dei massimi operisti della storia. Il suo fascino continua ad ammaliare i numerosi spettatori che seguono costantemente ogni sua rappresentazione. L’opera che a Casciana sarà firmata della regista Emiliana Paoli, e con la direzione dell’ l’Orchestra del Carmine di Firenze del maestro Simone Marziali, vedrà la partecipazione di un cast, composto da Paolo Pecchioli seguendo un preciso progetto di qualità e livello: Cristina Ferri nel ruolo Cio Cio San, Angelo Forte Pinkerton, Irene Molinari Suzuki, Michele Pierleoni Sharpless.

Altri interpreti: Giampaolo Franconi Goro, Deborah Salvagno Kate, Alberto Fonti il Principe Yamadori, Alessandro Ceccarini lo Zio Bonzo, Massimo Dolfi Zio Yakusidé, Stefano Bigazzi Il Commissario Imperiale, Alessia Baldinotti la Madre di Madama Butterfly, Caterina Moschini la Zia, Nicoletta Celati la Cugina.

Maurizio Preziosi sarà il maestro del Coro Schola Cantorum Labronica. Scene di Lisa Orsi, costumi Sartoria Teatrale Fiorentina, Trucco e Parrucco Rosy Visaggio e Nuova Immagine.

Butterfly, ha il fascino di riuscire ogni volta a coinvolgere gli spettatori per la struggente storia d’amore e la narrazione intensa ed espressiva. La musica, con i suoi famosi brani, ormai nell’immaginario collettivo, trascinano direttamente nella “tragedia giapponese”.

Pinkerton, un ufficiale della marina degli Stati Uniti, sbarcato a Nagasaki, spinto unicamente dalla curiosità per le usanze locali, secondo le quali l’uomo poteva ripudiare la moglie anche solo dopo un mese, prende in sposa una geisha di nome Cio-cio-san, che nella traduzione inglese prende il nome di Madama Butterfly. Così accade, e Butterfly rimane sola ad accudire il figlio nato dall’unione, sempre accesa da un amore ardente e fiduciosa del ritorno del suo amato. Ma dopo una lunga attesa, la giovane geisha si trova di fronte ad un’amara illusione: l’ufficiale torna per prendersi il bambino, accompagnato da una donna presa in sposa negli Stati Uniti. Straziata dal dolore, Butterfly decide di suicidarsi. E solo quando Pinkerton decide di tornare da lei a chiederle perdono, si accorgerà della tragedia già consumata.

A livello registico la Butterfly di Emiliana Paoli porterà delle novità interpretative. “ Ogni volta che mi trovo ad affrontare un titolo – spiega la regista – cerco di individuare come prima cosa un “punto di vista”: da questo parto e svolgo il racconto. Questa volta ho scelto di seguire quello di “Dolore”, adulto quasi cinquantenne che torna a “cercare la madre”, la ritrova nei suoi   luoghi ed in quello che della sua storia ha conservato per lui la fedele Suzuki. Ormai anziana vive ancora nella vecchia casa presa in affitto per 999 anni, in attesa di consegnare a Dolore un vecchio baule che lo aiuterà a comprendere e trovare risposte sul passato”.

Confermato anche quest’anno l’appuntamento, un’ora prima dello spettacolo, con “L’opera si racconta”, tenuta dalla Dottoressa Alessandra Del Canto, a base di storie e aneddoti che contestualizzeranno meglio l’opera in programma evidenziandone i pregi musicali, la trama e le vicissitudini che hanno portato alla sua messa in scena.

I biglietti sono già  in vendita prenotabili ai numeri 328 062 58 81, 320 366 73 54  

Info su FB Madama Butterfly Teatro Verdi Casciana Treme

 

 

L’Ufficio Stampa

Maria Tucci – Tel. 338 4713753

No comments

*