Alla festa del Corpo la Gdf Lucca presenta i risultati e il nuovo Crest del Comando

0

LUCCA – Si è svolta nella prima mattinata di oggi, 24 giugno, nel piazzale della caserma Giacomo Puccini di Lucca la cerimonia per la celebrazione del 240° anniversario della fondazione del Corpo. Il comandante Provinciale – Col. t.ST Gabriele Failla – dopo la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e dell’ordine del giorno speciale del Comandante Generale – Gen. C.A. Saverio Capolupo – ha preso la parola per un breve discorso al personale schierato e per attribuire il giusto risalto alle più significative ricompense attribuite ai militari per particolari risultati di servizio.

10468647_1507859276112806_306657630995301119_n

Tra i premiati con encomio solenne la pattuglia della Gdf di Viareggio  che lo scorso maggio, alla stazione, catturo’ un rapinatore che aveva appena messo a segno un colpo ai danni di un’anziana donna.

Di seguito, si è tenuta una conferenza stampa per illustrare i più rilevanti risultati dei primi 5 mesi del 2014. Tra i risultati di maggior rilievo spiccano, oltre agli arresti della scorsa settimana nei confronti del truffatore seriale e dei tre pisani responsabili di truffa alla Regione per l’esondazione del Serchio, anche l’arresto in flagranza nei confronti di un rapinatore operato il 7 Maggio da una pattuglia GgF di Viareggio.

Molto elevato il dato relativo al recupero di evasione fiscale: al 31 Maggio, le Fiamme Gialle lucchesi hanno già verbalizzato rilievi per oltre 40 milioni di euro di base imponibile (sommando 25 milioni di elementi positivi non dichiarati – ossia redditi nascosti – e 16 milioni di elementi negativi non deducibili – ovvero costi fittizi). Si tratta di un aumento superiore al 100% , rispetto ai 18,5 milioni dello stesso periodo del 2013, frutto di indagini in parte iniziate anche l’anno precedente e completate nei primi mesi di quest’anno con massima ampiezza e profondità delle indagini finanziarie.

Inoltre, gli ottimi risultati di quest’anno stanno traendo indubbio beneficio da un innovativo approccio investigativo “trasversale” tipico di una forza di polizia economica e finanziaria, fortemente propugnato dal Comando Generale negli ultimi tre anni, che consiste nella condivisione e sfruttamento di informazioni rilevanti sul piano degli illeciti economico finanziari non solo nel settore di primo impatto ( antiriciclaggio) ma anche in tutti i possibili settori operativi (antievasione fiscale, controllo spesa pubblica, reati economici)

In aumento anche il numero di controlli ricevute e scontrini irregolari (si sale dal 15% dei primi mesi del 2013 al 26% di quest’anno) e gli evasori totali scoperti dai finanzieri di Lucca e provincia (da 17 a 26 nei rispettivi periodi 2013 e 2014).

Si è infine consolidata la collaborazione della Guardia di Finanza con molte istituzioni, considerando la collaborazione con le scuole nell’ambito di vari progetti di “Educazione alla Legalità economica”, con il Comune di Lucca per i controlli sui versamenti dell’imposta di soggiorno, con la Croce Rossa Italiana per l’attività formativa di 40 Fiamme Gialle sul pronto utilizzo in servizio del defibrillatore.

1

A conclusione della conferenza stampa è stato presentato il nuovo crest del Comando Provinciale, frutto della creatività di alcune Fiamme Gialle lucchesi e dell’arte orafa del Maestro Arcuri di Firenze. Al centro dell’opera la perfetta riproduzione in altorilievo della statua di Puccini ubicata in centro città in piazza Cittadella, con le mura sullo sfondo e una pantera, simbolo della provincia, ai piedi del compositore.  Un’idea, quella del nuovo crest, nata dal maresciallo Carmine De Carlo, poi realizzata da Micol Buti, disegnatore di Chiesina Uzzanese, e confezionata dall’arte del maestro orafo fiorentino Arcuri, con il Mastro Puccini nella consueta posa che lo ritrae, seduto, nella statua di piazza della Cittadella a Lucca dentro le Mura e con a fianco una pantera, simbolo della città, e in alto il grifone alato delle Fiamme Gialle. “Puccini – ha ricordato il maresciallo De Carlo – è stato appuntato ad honorem della Guardia di Finanza, per aver vissuto nella caserma di Torre del Lago dal 1921 al 1922”.

3 2

Un incontro, quello nella sala conferenze del comando provinciale, durante il quale è stata ufficializzata la notizia, già anticipata giorni addietro da tgregione.it, del prossimo cambio di guardia: il colonnello Failla, infatti, è stato chiamato a ricoprire un importante incarico a New York, alle Nazioni Unite, e al suo posto prenderà servizio, da agosto, il colonnello Fabrizio Giaccone, attulamente di stanza a Fiumicino. La tenente Raffaella Frassine, del Gruppo Viaregggio, prossima capitano, invece andrà a comandare il Gico di Brescia, mentre il tenente colonnello Pasquale Dilillo andrà a Roma, all’Interforze.

213

Il cambio di guardia al comando provinciale è previsto per i primi di agosto. E per tutta la caserma, inclusa la stampa, sarà un momento di particolare commozione il salutare il colonnello Gabriele Failla, che in questi tre anni di comando, oltre all’ottimo lavoro svolto, e i risultati ne sono la prova, ha saputo creare un clima di serenità tra tutti i suoi militari.

Di qui alla fine dell’anno i controlli proseguiranno, all’insegna della qualità, anche grazie alle nuove tecnologie. Con un occhio particolare alla spesa pubblica, e all’evasione, da parte degli albergatori, della tassa di soggiorno.

No comments

*