Anello ritrovato dal benzinaio, il monile è in Questura

0

LUCCA  – Nel primo pomeriggio di ieri, in via del Brennero, nei pressi del distributore di carburante “BEYFIN” è stato rinvenuto e consegnato alla Polizia un anello da uomo, in oro con un diamante e due lettere incise.  Il monile viene custodito in questura in attesa dell’eventuale proprietario.

Alle ore 17.00 di ieri una pattuglia della Squadra Volante è intervenuta presso il supermercato Esselunga di San Concordio per un magrebino ubriaco, notato da personale della sicurezza interna al supermercato occultare della merce all’interno del giubbino.
Il giovane straniero all’uscita del centro commerciale è stato fermato dalla Polizia ed è stato trovato con merce non pagata, asportata dal reparto profumeria. Lo straniero, marocchino di 25 anni, residente a Borgo a Mozzano, è stato accompagnato in Questura e denunciato in stato di libertà per il furto aggravato.

Alle ore 19.40 Giungevano su linea 113 diverse segnalazioni inerenti una lite fra alcuni magrebini, probabilmente ubriachi, nei pressi di Porta Elisa.

Due Volanti sono intervenute sul posto constatando che effettivamente due cittadini stranieri ubriachi litigavano fra di loro per futili motivi, mentre due loro amici cercavano di dividerli e calmarli. Alla vista dei  poliziotti i due si sono immediatamente rappacificati.

Al controllo di Polizia gli agenti si sono resi conto che uno dei coinvolti era lo stesso giovane denunciato nel pomeriggio per il furto all’Esselunga.

Sul posto l’operatore del 113 aveva inviato anche personale medico che nella circostanza ha medicato piccole escoriazioni ai due.
E’ al vaglio dell’ufficio immigrazione la posizione del marocchino per quanto concerne l’idoneità dei requisiti per restare sul territorio nazionale

luccapolizia

No comments

*