Anteprima Vini, i numeri del successo

LUCCA – Duemilacinquecento ingressi, in aumento rispetto allo scorso anno, cento produttori, ottocento etichette in degustazione, quattro masterclass speciali, laboratori, artigiani del gusto, un contest fotografico e numerosi eventi collaterali, che hanno arricchito, fra musica e incontri, la due-giorni dedicata al vino toscano e italiano. Numeri che segnano un successo per la diciassettesima edizione di Anteprima Vini della Costa Toscana, l’evento che porta al Real Collegio, affiancando piccole e nuove produzioni a storie radicate e note nel mondo, il vino di quella parte di Toscana che guarda al mare, dalle Apuane alla Maremma, con percorsi dedicati anche alle province dell’entroterra e agli ospiti internazionali. Numeri, soprattutto, che mostrano il segno più sotto ogni aspetto, confermando così il cammino in costante crescita della manifestazione, organizzata dall’associazione Grandi Cru della costa Toscana e da Event Service Tuscany.

 
«In quattro anni sono raddoppiate le etichette presenti – commenta Alessandra Guidi, titolare di Event Service Tuscany – a conferma della credibilità e del prestigio che riscuote Anteprima Vini nel mondo dei vigneron: un successo che non è solo della manifestazione in sé, ma di tutta la città, visto che riusciamo ogni anno a mettere insieme eccellenze locali, culturali e gastronomiche, e a realizzare sinergie molto apprezzate. Quest’anno, poi, siamo cresciuti anche in qualità: basti dire che i ristoranti più importanti di Lucca sono passati dal Real Collegio, permettendo così lo scambio diretto fra operatori del vino e operatori del gusto. Numerosi, inoltre, sono stati anche i giornalisti e gli operatori di settore e, infine, abbiamo registrato un notevole successo anche per le masterclass, a partire da quella dedicata ai 50 anni del Sassicaia, che ha lasciato tutti letteralmente senza parole. Per il prossimo anno l’obiettivo è crescere ancora e porre sempre più questo evento al centro dell’attenzione turistica ed economica, per appassionati di vino e non solo, come momento di promozione della città: per fare questo sarà imprescindibile replicare il gioco di squadra messo in piedi quest’anno, tra collaborazioni, sponsorizzazioni importanti, istituzioni e tanta passione».
 
È già stata fissata la data per l’edizione 2019: il fine settimana del 4 e 5 maggio, di nuovo al Real Collegio, di nuovo con la possibilità di assaggiare in anteprima i vini giovani, spillati dalle botti e non ancora imbottigliati. È questo ciò che rende Anteprima Vini un appuntamento irrinunciabile nel panorama italiano della viticoltura: un banco di prova dove i produttori presentano la fatica dell’ultima vendemmia, in cerca di nuovi mercati e nuovi clienti. Mentre per il grande pubblico degli appassionati e dei curiosi resta l’occasione di degustare campioni di intere annate e centinaia di etichette note, abbinando il tutto con il meglio della produzione gastronomica locale.