Aperture commerciali nei giorni di festa, Marchi: “Riprende il dibattito”

0

LUCCA – A pochi giorni dai due ponti laici più importanti del nostro Paese, riprende il dibattito per le aperture commerciali nei giorni festivi. “Al valore, storico e sociale del 25 aprile, festa della Liberazione, viene contrapposto un esagerato consumismo, che secondo i sostenitori del sempre aperto, è indispensabile per il rilancio dell’economia, ma che nei fatti non ha prodotto nè maggiori incassi nè maggiore occupazione, ma ha pesantemente peggiorato le condizioni di vita delle lavoratrici e dei lavoratori. Il 25 aprile è una giornata storicamente e socialmente importante”. Scrive in una nota il segretario della Filcams Cgil Umberto Marchi: ” Per queste ragioni siamo contrari alle aperture dei negozi e dei centri commerciali e non a caso abbiamo sempre proclamato uno Sciopero in queste date. E se quest’anno Unicoop del Tirreno decide di rimanere aperta, come da anni fanno le altre aziende della grande distribuzione, sbaglia, come sbagliano gli altri centri che lo faranno, trovando la nostra ferma opposizione. Per questo il 25 aprile saremmo a protestare davanti ai punti vendita che decideranno di rimanere aperti e distribuiremo il volantino (in allegato) che ricorda chi ha dato la vita per un ideale di libertà, che non può essere sacrificata al consumo. Questa iniziativa rappresenta una lotta per i diritti dei lavoratori, per la conciliazione di tempi di vita e di lavoro per un modello di consumo diverso e sostenibile. Ma anche una battaglia per i valori, per il rispetto della nostra cultura, la nostra storia e le battaglie dei nostri predecessori,“Per mantenere viva la memoria, di chi prima di noi ha combattuto un’ideale, per la libertà e la dignità del lavoro”

No comments

*

“Ripartiamo dalla Cultura”

VIAREGGIO – “Oltre ad una crisi economica dovuta al dissesto Viareggio vive anche una profonda crisi culturale, dovuta all’incapacità delle ultime amministrazioni comunali di valorizzare ...