Armi rubate e droga: la Squadra Mobile arresta un 26enne

0

FIRENZE – Sono stati gli uomini della Squadra Mobile di Firenze ad arrestare, ieri, un 26enne albanese con l’accusa di detenzione illegale di armi comuni da sparo e relativo munizionamento; lo straniero dovrà inoltre rispondere anche dei reati di ricettazione, possesso ingiustificato di oggetti atti allo scasso e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli uomini della Squadra Contrasto al Crimine Diffuso, guidati dal Vice Questore Aggiunto Maria Assunta Ghizzoni, hanno trovato nella sua cantina due fucili rubati, altra refurtiva e numerosi strumenti da effrazione.

Ma poco prima del sequestro delle armi, l’attività degli inquirenti aveva già consentito di rinvenire nell’abitazione dello straniero oltre 130 grammi di marijuana ed una bilancina di precisione.

Dopo il controllo nell’appartamento del sospetto, gli investigatori sono voluti andare a fondo nella vicenda scoprendo che, nonostante le sue smentite, l’uomo disponeva anche di uno scantinato le cui chiavi erano custodite in casa.

Individuato il fondo, oltre ai fucili rubati, gli agenti hanno sequestrato un piede di porco, un flessibile, una serie di cacciaviti, numerosi guanti ed un conta monete.

E sempre la Squadra Contrasto al Crimine Diffuso, la sera del 19 giugno scorso, aveva arrestato, presso un minimarket di via Guelfa, tre cittadini nigeriani con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli inquirenti avevano ricostruito che gli incontri con i clienti avvenivano nell’esercizio commerciale dove i pusher attendevano, entrando e uscendo dal negozio.

A seguito dell’episodio, ritenendo condizioni di pericolo per l’ordine pubblico, il Questore di Firenze ha decretato per il minimarket la sospensione per 15 giorni dell’autorizzazione a vendere generi alimentari e non. Il provvedimento è stato notificato ieri sera alla titolare.

No comments

*