Arrestati dopo lo scippo, basilare il sitema di videosorveglianza

0

PISA – Arrestati dalla Polizia dopo uno scippo. Il brillante risultato grazie all’efficiente dispositivo di controllo del territorio in zona stazione ed ai sistemi di videosorveglianza.
Nel pomeriggio di ieri, poco dopo le 15,30 una donna richiedeva l’intervento del 113 riferendo all’operatore di essere stata poco prima scippata da un motociclista in via San Martino.  La donna forniva una sommaria descrizione: un giacchetto scuro e casco scuro, scooter di colore scuro di cui la donna forniva le cifre parziali della targa CJ **822. La Sala Operativa della Questura sulla base delle indicazioni ricevute diramava le ricerche alle volanti in servizio in città.
Solo dopo qualche minuto una volante, transitando in Via Catalani notava la presenza di uno scooter verosimilmente corrispondente alla descrizione della vittima. Il veicolo, controllato attraverso la banca dati delle forze di polizia risultava un mezzo rubato a Navacchio lo scorso 23 gennaio 2015. In zona, venivano fatti confluire altri equipaggi della Polizia, mentre veniva posta sotto controllo l’intera area ed in particolare la via ove si trovava lo scooter attraverso il sistema di video sorveglianza delle telecamere collegate alla sala operativa della Questura. Infatti intorno alle 16.30, la telecamera di videosorveglianza direzionata dalla Sala Operativa riprendeva due uomini. Uno dei quali con una busta del negozio foot-locker in mano. Entrambi si avvicinavano al motorino provento di furto e, dal baule, sempre sotto l’occhio vigile della telecamera,estraevano alcuni oggetti. Uno dei due soggetti, (quello con la busta della footlocher in mano) estraeva un portafoglio e, dopo aver asportatone il contenuto, lo nascondeva all’interno di un vaso adiacente al motorino, risultato poi essere il portafoglio della vittima dello scippo avvenuto poco prima in via San Martino. Subito dopo, consegnava al soggetto che lo accompagna, l’IPAD APPLE provento dello stesso furto. Il tutto avveniva sotto l’occhio vigile della telecamera, visionata dall’operatore addetto alla Sala Operativa. A quel punto, il personale appostato, sapientemente guidato dall’operatore di Sala Radio, decideva di intervenire bloccando le due persone.
IL primo veniva identificato per  Marwen Bjaoui nato in Tunisia il 14.6.1992. Il secondo soggetto è stato identificato per:  Noureddine Baraket nato in Tunisia il 21.04.1965.

No comments

*