Attirate con un tranello, rapinanavano le vittime picchiandole, in manette due 27enni

0

FIRENZE – Attiravano le vittime con un tranello e  le rapinano picchiandole violentemente, ma la Squadra Mobile ha individuato i soggetti ritenuti responsabili dell’episodio avvenuto lo scorso 17 agosto: per due 27enni fiorentini sono scattate le manette.

La Mobile fiorentina ha identificato gli autori di una rapina consumata lo scorso 17 agosto ai danni di due cittadini marocchini.

L’aggressione avvenne all’altezza del semaforo tra via Baccio da Montelupo e via San Quirico dove le vittime erano state attirate a bordo della loro autovettura da una complice dei rapinatori.

Una voce femminile aveva infatti contattato telefonicamente uno dei due magrebini dandogli appuntamento nella zona dell’Isolotto.

Mentre erano fermi al semaforo i due stranieri – di 36 e 42 anni – sono stati raggiunti da questa ragazza, ma dopo qualche istante si sono ritrovati circondati dai malviventi.

Quest’ultimi avrebbero inizialmente mostrato il calcio di una pistola passando poi all’azione con una bomboletta di spray urticante con la quale hanno bloccato i malcapitati costretti  a consegnare la somma di 350 euro in contanti.

I rapinatori non si sono limitati a rapinare le parti lese, accanendosi violentemente contro le stesse. Entrambe hanno riportato lesioni: il 42enne con prognosi di 40 giorni; 10 per il suo connazionale.

Gli investigatori si sono messi subito a lavoro raccogliendo le testimonianze delle vittime e di altre persone presenti. Poi, incrociando i dati elaborati dall’utenza telefonica con la quale erano state contattate le vittime, gli uomini della Sezione Antirapina, coordinati dal Dr. Domenico Balsamo, sono risaliti ai due sospetti.

Così, l’attività investigativa ha rapidamente permesso di individuare i soggetti ritenuti responsabili dell’episodio. Si tratta di due fiorentini di 27 anni (già noti alle forze dell’ordine), uno dei quali già detenuto in carcere per altra causa.

Per loro il Pubblico Ministero titolare dell’indagine, dottor De Gregorio, ha chiesto e ottenuto dal Gip, dottor Moneti – la custodia cautelare in carcere.

Giovedì gli agenti sono andati a catturare il 27enne a piede libero presso l’abitazione della compagna nella periferia sud di Firenze. L’uomo ha tentato però di fuggire saltando dalla finestra del primo piano dello stabile; nella caduta ha riportato delle lesioni che gli hanno impedito di continuare la sua corsa.

Subito soccorso dai poliziotti, è stato trasportato in ospedale in attesa di essere tradotto a Sollicciano.

Gli inquirenti hanno anche individuato la complice dei due rapinatori, ovvero la giovane che aveva attirato telefonicamente i cittadini marocchini sul luogo dell’aggressione. La ragazza, una fiorentina di 21 anni, al momento, è stata denunciata in stato di libertà.

 

No comments

*

Ruba un paio di occhiali, arrestata

VIAREGGIO – I Carabinieri del Comando Stazione di Torre del lago hanno arrestato una donna rumena tale,M.Z., trentenne, in Italia senza fissa dimora, pregiudicata, per ...