Attività anti sindacale, Umberto Marchi della Filcams denuncia Filcams denuncia la Coop San Filippo

0

LUCCA – I tempi cambiano le regole pure, qualcuno prova a mettere in discussione i diritti dei lavoratori, ma riusciamo ancora a farli rispettare. Umberto Marchi della Filcams CGIL è radioso, nei mesi scorsi la cooperativa San Filippo una società del gruppo Giannecchini, ovvero del gruppo che detiene Viping, Cogea, Del Monte e da pochi mesi anche la neo nata San Filippo società che fornisce servizi e quindi lavora in appalto, ha negato al sindacato la possibilità di avere una bacheca sindacale e di fare assemblee sindacali ai lavoratori, diritti sanciti non solo dal contratto nazionale di settore, ma anche dalla legge n. 300 del 1970, meglio conosciuta come lo Statuto dei Diritti dei Lavoratori.

La società ha da prima dichiarato verbalmente la mancanza di volontà di dare un locale per assemblee, affermando che la loro sede è a Lucca e quindi i lavoratori, in qualsiasi cantiere si trovino a lavorare, potevano recarsi negli uffici lucchesi per farle, poi su insistenza del segretario della Filcams Marchi, le dichiarazioni verbali sono state messe per scritto.

Le avvisaglie le avevamo avute quando le nostre rappresentanza sindacali hanno chiesto per scritto per ben due volte l’installazione di una bacheca sindacale nel locale forniscono il servizio, neppure una risposta hanno ricevuto, come se non esistessero né come delegati sindacali né come persone, ma di fatto nessuna bacheca veniva installata in barba alla legge..

Tipico di questo gruppo applicare a piacimento quello che ritengono giusto sostiene il sindacalista, contrariamente a quello che dice il contratto e la legge, ci risulta infatti che in passato più volte sono avvenuti scontri, non che abbiano sfociato in denuncie come questa, ma certo dimostra le difficile relazioni sindacali.

Dopo questo ennesimo rifiuto, sostiene Marchi, è scattata la voglia di avere giustizia, abbiamo dato mandato ai nostri legali per presentare ricordo innanzi al giudice del lavoro per attività antisindacale ex art 28 legge 300/70, chiedendo la rimozione dell’antisindacalitá messa in atto nei confronti della Filcams Cgil.

Presentato il ricorso e notificato alla cooperativa, da subito siamo stati contattati telefonicamente e per scritto dalla San Filippo che chiedevano un accordo, abbiamo comunque ritenuto giusto andare di fronte al giudice, se accordo deve esserci la sede giusta non poteva essere che il tribunale.

Il 16 aprile scorso l’udienza in tribunale e l’accordo con la rimozione di quanto l’azienda aveva messo in atto, possiamo dire quindi di essere soddisfatti, abbiamo ottenuto quanto volevano con il riconoscimento della San Filippo di mettere a disposizione bacheca sindacale e locale per effettuare le assemblee con i lavoratori, ci interessa il rispetto dei diritti dei lavoratori.

Per noi una grande vittoria conclude Marchi, questo deve insegnare a tutti che lavorare insieme con i dipendenti e le RSA ci fa fare le cose per bene, siamo soddisfatti e invitiamo tutti i lavoratori a rivolgersi nei nostri uffici per diritti lesi, si deve lavorare, ma con dignità e non possono esserci solo doveri.

No comments

*