Aulla e Lunigiana sotto controllo, 10 denunce e due arresti: lo straniero in manette aveva vissuto a Viareggio

MASSA CARRARA – Controlli a tappeto dei Carabinieri ad Aulla e in Lunigiana, per prevenire i reati e garantire la sicurezza dei cittadini. Il bilancio del servizio straordinario è di due arresti 10 le denunce a piede libero. A cadere nella rete un italiano e un marocchino, entrambi con precedenti, finiti in manette perchè ricercati, in quanto colpiti da un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Pistoia. L’italiano si era reso responsabile di “guida in stato di ebbrezza” e “violenza a pubblico ufficiale” nel novembre del 2014, mentre il marocchino deve ancora scontare due anni e un mese di reclusione per “falsa attestazione a pubblico ufficiale” e “rifiuto di indicazione sulla propria identità personale”. Difficile individuarlo dato che risultava senza fissa dimora e che negli anni si era spostato tra le province di Pistoia, Lucca e Viareggio.

Stessa sorte è toccata ad altri 7 extracomunitari che, controllati nel corso del pattugliamento, sono risultati non in regola con i documenti