Aveva abusato di una minore, in cella l’orco

0

PISA – E’ finito in carcere, l’uomo che per anni ha abusato ripetutamente della sua vittima, all’epoca dei fatti minorenne, con l’accusa di violenza sessuale su minore. L’uomo, nelle ultime ore, è stato fermato dagli investigatori della Squadra Mobile di Pisa, guidata dalla dottoressa Rita Sverdigliozzi. Un uomo di circa 60 anni, è stato ritenuto responsabile di numerosi episodi di violenza avvenuti da quando la vittima stessa aveva  fra i 14 e i 17 anni.

Gli investigatori pisani, partendo da una prima segnalazione, hanno messo in moto la macchina investigativa acquisendo, di fatto, elementi probatori che hanno poi consentito l’emissione della misura cautelare in carcere.

La ragazza, finalmente, ha trovato il coraggio di “raccontare” il calvario al quale, per anni, è stata costretta a subire dall’orco mascherato da amico di famiglia.  Di certo, la dipendenza economica che l’uomo ha esecitato nei confronti della famiglia della vittima, l’ha fatta da padrone. In particolare, è emerso preponderante la forte, costante e attuale pressione psicologica operata dall’aggressore mediante la leva economica, al fine di proseguire i rapporti sessuali  con la ragazza. È palese il vissuto di povertà nel quale sono maturate le violenze da parte di chi, proprio facendo leva sull’assenza di alternative fonti di reddito, ha ritenuto un proprio “diritto” pretendere rapporti sessuali con la minore.

Pertanto, al termine delle indagini,  le investigatrici – tutte donne – della Sezione della Squadra Mobile, che si occupa di reati tanto odiosi, sono risalite all’identità dell’uomo, nei confronti del quale, è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare, disposta da parte del gip del Tribunale di Pisa, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica Aldo Mantovani.

No comments

*