Bancarotta fraudolenta transnazionale, arrestati un commercialista e un imprenditore

0

FIRENZE – Arrestati un commercialista ed un imprenditore

Nella mattinata odierna, i militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Firenze hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Firenze – dottoressa Erminia Bagnoli -, su proposta del pm Paolo Barlucchi della locale Procura della Repubblica diretta dal Procuratore Giuseppe Creazzo, nei confronti di un commercialista ravennate (F.L. – 55enne) ed un imprenditore forlivese (A.G. – 59enne), indagati per le ipotesi di reato di bancarotta fraudolenta transnazionale in concorso con altre 3 persone. Sono in corso di svolgimento anche perquisizioni nelle province di Ravenna e Forlì.

Il provvedimento odierno si inserisce nelle attività investigative svolte dalle fiamme gialle fiorentine a seguito del fallimento della società F.C. S.r.l. – impresa operante nel campo della produzione di calzature e prodotti antinfortunistici (già SAD PLASTIC S.r.l. – con un fatturato, prima del fallimento, di oltre 20 milioni di euro annui).  In tale contesto, lo scorso gennaio, erano state arrestate 3 persone (2 fratelli imprenditori forlivesi ed un imprenditore bosniaco), ritenute responsabili dei reati di bancarotta fraudolenta transnazionale, infedeltà patrimoniale, ricorso abusivo al credito e truffa.

Le ulteriori indagini svolte hanno fatto emergere un coinvolgimento delle due persone oggetto dell’odierno provvedimento (F.L. e A.G.) con gli imprenditori forlivesi (arrestati lo scorso gennaio) nella bancarotta fraudolenta della società F.C. Srl e nel trasferimento di tutte le attrezzature, merci, dipendenti e finanziamenti di questa (per un valore complessivo di oltre 13 milioni di euro)  alla società “controllata” bosniaca  “Sad Est d.o.o.”.

 

No comments

*