Barsanti (CasaPound): “Donna presa a pugni a San Concordio da un immigrato”

LUCCA –  “Una donna di cinquant’anni è stata aggredita stamattina a San Concordio. Si trovava in macchina quando un immigrato africano l’ha prima offesa e poi le ha sferrato due pugni sul volto, rompendole uno zigomo”. Lo denuncia il consigliere Fabio Barsanti (CasaPound Italia), che esibisce anche il referto del pronto soccorso, dove la donna si è recata dopo l’aggressione.

“Non sembra esserci alcun movente – continua Barsanti – poteva succedere a chiunque. La donna si trovava nell’auto parcheggiata con il finestrino aperto, quando l’immigrato è sopraggiunto offendendola pesantemente, prima di colpirla al volto. Dopo di che si è dileguato. Dopo il pronto soccorso la donna è stata in questura dove ha denunciato l’accaduto, descrivendo l’aggressore: un immigrato africano fra i trenta e i quarant’anni. Ci auguriamo che venga presto identificato, per chiarire chi sia, se sia un clandestino o un richiedente asilo, e nel caso in quale struttura sia ospitato. Vorrei anche sentire la voce dei politici che si fanno pubblicità con la lotta alla violenza contro le donne, ma quando questa vede come autore un immigrato stanno in silenzio.”
 
“Sempre stamattina un immigrato ha dato in escandescenze in piazza Grande – continua la nota – rendendo necessario l’intervento della polizia e di un’ambulanza. La scorsa settimana una giovane coppia mi aveva contattato perché molestata di notte da un giovane richiedente asilo in città, presso la propria abitazione. Fatto denunciato anche ai carabinieri. Stiamo assistendo alla progressiva crescita di una bomba sociale che CasaPound denuncia da tempo. La gestione criminale dell’immigrazione – conclude Barsanti – voluta da una classe politica antinazionale e da coloro che sulla presunta accoglienza hanno costruito patrimoni e carriere, lascia i cittadini in balia di gesti folli sempre meno isolati.”