Beccato a clonare i dati dei bancomat, preso

FIRENZE – Da un po’ di tempo i Carabinieri di Palazzo Pitti erano sulle sue tracce, ma soltanto ieri sono riusciti a chiudere il cerchio su questo 47enne di nazionalità bulgara, al termine di un appostamento mirato in Pizza Pitti, in prossimità dello sportello bancomat di una filiale del MPS.

Era infatti questa la “location” prescelta dal responsabile, data la sua posizione strategica per il notevole afflusso di turisti e quindi potenziali avventori del bancomat, per piazzare un dispositivo rudimentale, l’ormai noto skimmer, nella feritoia per l’introduzione delle carte bancomat, insieme ad una minuscola telecamera per rubare i dati digitati dagli ignari clienti. I Carabinieri, che avevano ricevuto diverse denunce per episodi analoghi, hanno deciso di “ presidiare” pazientemente la piazza e, quando hanno notato un soggetto avvicinarsi al bancomat e intrattenersi con fare circospetto, hanno intuito di essere sulla pista giusta. Infatti, dopo un paio di prelievi effettuati da malcapitati turisti, il prevenuto è tornato allo sportello bancomat e vi si è intrattenuto per rimuovere il dispositivo che aveva precedentemente installato. I  militari sono intervenuti e lo  hanno tratto in arresto, sequestrando la strumentazione.

Lascia un commento