Benedetti all’attacco: “Basta premi a dirigenti e funzionari”

0
MASSA – “Mi preme intervenire su questo punto per sensibilizzare i dirigenti comunali al rispetto delle normative sulla trasparenza e sui tempi di consegna dei documenti richiesti dai Consiglieri Comunali, che non devono oltrepassare i tre giorni dal momento della richiesta, salvo l’esistenza di situazioni particolari o problemi oggettivi, che l’incaricato deve segnalare per iscritto al consigliere comunale. Nel merito, i documenti sul ponticello del Canalmagro sono stati richiesti più di un mese fa e addirittura  arrivati incompleti e ciò non è accettabile”. E’ di Stefano Benedetti, Consigliere Comunale dell’opposizione, la nota che pubblichiamo integrale: ” Credo, mi si possa permettere di dire chiaramente che la questione riguarda tutti i settori comunali, che evidenziano in questo modo un mal funzionamento sul quale dovrebbero vigliare per competenza e responsabilità i dirigenti, gli stessi che annualmente percepiscono i premi di produttività, che, a mio avviso, dovrebbero essere sottoposti alla visione della Corte dei Conti Regionale, perchè essendo liquidati senza giusta causa, rappresentano uno spreco di denaro pubblico. Oppure, dobbiamo pensare che la Commissione che valuta l’attività dei dirigenti non è idonea a farlo e incapace di riconoscere le carenze e il malfunzionamento dei vari settori? Mi chiedo, come sia possibile di fronte a queste gravi problematiche, che i consiglieri comunali sia di maggioranza che di minoranza denunciano spesso, oltre alla questione sollevata dal Segretario generale riguardante le troppe pause dei dipendenti durante l’orario di lavoro, che i dirigenti continuino a percepire premi sulla professionalità e sull’andamento dei settori comunali. Nel merito, credo che per tutti valga la norma della disinformazione e della poca sensibilità sulle pratiche amministrative che, probabilmente, non vengono considerate strategiche e importanti, quali, ad esempio, quelle trattati dai consiglieri e dal Consiglio Comunale (Sic!).  Per questo motivo, ritengo che sia indispensabile, per arrivare ad un miglior funzionamento della macchina comunale, oltre a sanzionare i dipendenti e funzionari ritenuti indolenti e fannulloni e cmq che non rispettano la normativa sugli enti pubblici,  organizzare corsi di aggiornamento e di educazione civica per tutti i dipendenti comunali e nel contempo stoppare la pratica del pagamento dei premi ai dirigenti, anche se previsto dalla legge, affinchè prevalga la logica che sono premi se li devono guadagnare dimostrando capacità e professionalità”.

 

No comments

*