Bimbo “comprato” per 30mila euro, otto fermi e indagini anche in Toscana

0

MESSINA – Il bambino, solo 8 anni, sarebbe stato “comprato” in Romana per poi “rivenderlo” al prezzo di 30mila euro ad una coppia della provincia di Messina. Associazione a delinquere e riduzione in schiavitù, sono queste le accusa nei confronti di sei italiani e due romeni sottoposti a fermo dai militari dell’Arma nell’ambito di un’indagine. coordinata dalla Dda della Procura dello Stretto. L’inchiesta, partita dalla Sicilia, si è allargata alla Toscana dove uno dei fermati aveva appoggi, e in Romania.  Il piccolo, comprato come se si trattasse di bestiame, è stato salvato dai Carabinieri, che sono intervenuti al momento dello “scambio”. Per gli otto fermati si sono aperte le porte dei carcere, in attesa di essere sentiti dal magistrato.

No comments

*