Blitz contro furti e spaccio, sei in manette e otto denunciati

0

PISA – I Carabinieri della Compagnia di Pisa sono intervenuti nuovamente in forze per effettuare controlli a tappeto nell’area del centro storico, della stazione e le principali arterie stradali, finalizzati al contrasto dei reati predatori, dello spaccio di sostanze stupefacenti e della guida in stato di ebrezza.

In particolare, nel corso dei controlli, sono stati impiegati 80 militari, suddivisi in aliquote in borghese ed in divisa, che hanno passato al setaccio le aree del centro e le principali vie di comunicazione; impiegati anche un elicottero e unità cinofile.

I controlli hanno portato, in via Crispi, all’arresto di due cittadini tunisini, entrambi clandestini e senza fissa dimora: i due sono stati sorpresi mentre tentavano di rubare una macchina in sosta, dopo averne forzato la portiera servendosi di un cacciavite multiuso. Questa volta i militari si sono trovati davanti, oltre a un ragazzo dell’85, addirittura ad un minorenne, di 14 anni; per il primo si sono aperte le porte del Don Bosco, mentre il minorenne è stato associato presso una comunità per minori di Firenze.

Nell’ambito del servizio predisposto, sono stati eseguiti diversi decreti di perquisizione delegati dall’autorità giudiziaria, che hanno portato al rinvenimento di alcuni cellulari rubati, mentre è stato rinvenuto anche del materiale in legno per il quale era stata sporta denuncia nei giorni precedenti. A seguito delle perquisizioni sono state deferite in stato di libertà G.S., nata a Pisa nell’83, incensurata, P.I, nata a Brescia nell’88, incensurata, L.P., nato a Pisa nel 49, pregiudicato e R.R., nato nelle Filippine nel 54, incensurato. La zona della stazione ferroviaria e le principali strade pisane, hanno visto la massiccia presenza di militari in divisa, che hanno effettuato posti di controllo anche con l’ausilio dell’etilometro, effettuando mirati controlli per contrastare la guida in stato di ebrezza; 3 italiani ed un marocchino sono stati denunciati in stato di libertà per essersi posti alla guida in stato di alterazione dovuta all’assunzione di quantità di alcool oltre i limiti di legge, nonché in alcuni casi per guida sotto l’effetto di stupefacenti; le autovetture sono state sequestrate ed affidate in custodia giudiziaria.

Nel corso del servizio è stato arrestato anche un cittadino georgiano per tentato furto di autovettura: lo stesso è stato processato per direttissima. Agli arresti per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, è finito anche un cittadino tunisino, M.T., celibe, nullafacente, clandestino e pregiudicato, poiché trovato nei pressi della stazione in possesso di alcuni grammi di eroina e cocaina, sequestrati dai militari. Anche per questo tunisino si sono aperte le porte del carcere pisano.

I Carabinieri sono intervenuti inoltre in piazza Dante, poiché un altro tunisino, clandestino e senza fissa dimora, aveva asportato uno zaino da un motociclo di proprietà di un imprenditore pisano, il quale, assieme ad un amico, rincorreva il ladro chiamando i Carabinieri: giunti sul posto, i militari del Nucleo Radiomobile separavano i tre, nel frattempo arrivati alle mani, e traevano in arresto il tunisino per rapina impropria. L’arrestato è stato associato alla casa circondariale.

Una aliquota dei militari impegnati nel controllo straordinario del territorio è stata impegnata in Tirrenia, via dei Porcari, dove da tempo erano pervenute alla locale Stazione delle segnalazioni relative ad una attività di spaccio. Con l’aiuto di personale in tuta mimetica occultato a tarda notte nel bosco, si è potuto constatare la veridicità delle segnalazioni, in quanto venivano scorti tre nordafricani, due dei quali si davano alla fuga, impegnati in attività di spaccio. Nel fuggire, i due riuscivano a disfarsi dello stupefacente mentre un terzo, braccato dai Carabinieri, ingaggiava una violenta colluttazione con un militare dell’aliquota operativa che dopo non poco sforzo riusciva a trarlo in arresto per resistenza e ricettazione di un motorino rubato, trovato nelle vicinanze. Nel corso del servizio, sono stati conseguiti ottimi risultati: 72 persone sono state identificate e sei sottoposte a foto segnalamento, sei sono finite in manette e otto denunciate a piede libero, due nordafricani sono stati indagati per inosservanza alle norme di soggiorno, mentre un cittadino tunisimo è stato segnalato per aver contravvenuto alle prescrizioni imposte dall’obbligo di dimora, due si sono beccati la segnalazione alla Prefettura come assuntori di droga e sono stati sequestrati dosi di eroina e cocaina.

Importante è stato l’ausilio dell’elicottero del 4° N.E.C. di Pisa, che nell’ambito dei controlli su strada ha consentito di monitorare dall’alto la situazione, sempre pronto ad inseguire eventuali veicoli che non si fossero fermati all’alt delle pattuglie: circostanza che per fortuna non si è verificata.

Uno sforzo complessivo notevole per la Compagnia Carabinieri di Pisa, che ha portato però a ragguardevoli risultati.

No comments

*