Blitz della GdF nei bazar cinesi: sequestrati 12mila articoli

0

PIOMBINO – Le Fiamme Gialle di Piombino hanno intensificato le attività di prevenzione e repressione per contrastare la vendita di merce contraffatta e di prodotti “non sicuri” in danno dei consumatori.
In particolare, le attività di controllo hanno interessato due “bazar” gestiti da commercianti di nazionalità cinese.
Sugli scaffali dei suddetti esercizi commerciali erano esposti in vendita una variegata tipologia di prodotti, dai capi di abbigliamento ai giocattoli per bambini, dai prodotti per capelli, quali tinture o shampoo a componenti elettrici e telefonici.
Dai successivi controlli, i finanzieri hanno rilevato diverse irregolarità in quanto la maggior parte degli articoli posti in vendita risultavano privi del marchio ‘CE’ e, con riferimento ai prodotti tessili, senza la prevista indicazione sulla loro composizione. Relativamente agli apparecchi elettrici e telefonici, gli stessi sono risultati privi di qualsivoglia istruzione d’uso in lingua italiana.
Circa 12.500 prodotti irregolari, per un valore commerciale di 42.000 euro, sono stati sottoposti a sequestro cautelativo e potranno essere restituiti solo se saranno regolarizzati in base alle vigenti disposizioni normative di settore. A ciascuno dei titolari degli esercizi commerciali controllati, sono state contestate violazioni amministrative per oltre 15.000 euro.
La vendita di prodotti non sicuri oltre a costituire un pericolo per gli acquirenti, altera le regole del mercato.

No comments

*