Blitz nei campi nomadi di Coltano e della Bigattiera, eseguite due perquisizioni

0

PISA – Nell’ambito di un più ampio contesto di incremento dell’attività di controllo del territorio e di contrasto all’immigrazione clandestina, su disposizione del Questore di Pisa in accordo con il Comando Provinciale dei Carabinieri, è stata effettuata una vasta operazione di controllo del territorio, in particolare nei campi nomadi di Coltano e della Bigattiera.

L’operazione, coordinata dai sostituti commissari Schettino e Nocita, unitamente al Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile Tenente Barbieri, ha visto l’impiego di 20 macchine, con anche il supporto del corpo forestale dello Stato e di una unità cinofila, per la ricerca di Armi, del Nucleo Carabinieri Cinofili di San Rossore.

I Carabinieri, su delega dell’Autorità Giudiziaria di Pisa, hanno eseguito nel campo di Coltano due perquisizioni domiciliari a carico di due soggetti macedoni, già agli arresti domiciliari. La perquisizioni hanno avuto un esito negativo, seppur evidenziando un tenore di vita di famiglie normali, ma che certamente poco si addice a chi asserisce di lavorare il ferro per sopravvivere.

Nascoste in un cespuglio adiacente alle abitazioni ma in un punto accessibile a tutti, sono state rinvenute e sequestrate, a carico di ignoti, alcune borse e portafogli di pregio, di marche note, nuove e mai utilizzate, alcune ancora con il cartellino del prezzo. Su questi oggetti verranno esperiti ulteriori accertamenti al fine di ritrovare l’eventuale denunciante.

Alcune macchine, intestate a prestanome, sono state sanzionate ai sensi del codice della strada, che punisce l’intestazione fittizia di autoveicoli.

Tutti i veicoli presenti nei campi sono stati controllati.

Nel campo della Bigattiera, sono stati esperiti approfonditi controlli sugli autoveicoli, rilevando come ve ne fossero molti di meno rispetto ai soliti normalmente presenti nel campo; sono pertanto in corso accertamenti al fine di verificare un eventuale preavviso relativo al controllo posto in essere in data odierna. Denunciato in stato di libertà un soggetto posto ai domiciliari e che ne aveva violato le prescrizioni.

Il Corpo Forestale effettuerà una apposita relazione sullo stato dei luoghi al fine di verificare violazioni della normativa ambientale.

I Carabinieri e la polizia, hanno inoltre passato al setaccio le aree dismesse della ex ditta Galasso, sulla SS 1 Aurelia, trovandovi, in edifici diversi, una famiglia rumena e 4 tunisini. Tutti verranno denunciati per invasione di terreni ed edifici mentre la squadra mobile provvederà a notificare un foglio di via obbligatorio. I tunisini sono stati portati in Questura per essere presi in carico dall’ufficio immigrazione.

Controllate dalla Polizia anche le aree abbandonate su via Andrea Pisano, normalmente frequentate da tunisini irregolari dediti allo spaccio di droga.

No comments

*