Bloccati in stazione con due etti di “bianca”

0

FIRENZE – Nel pomeriggio, alla stazione di Firenze Santa Maria Novella, la collaborazione tra la Polizia Ferroviaria ed il Nucleo Operativo delle Fiamme Gialle, con l’indispensabile utilizzo di cani antidroga, ha portato all’arresto di un cittadino romano ventiseienne (incensurato) ed alla denuncia di un cittadino albanese venticinquenne, gravato da precedenti penali e di polizia specifici, poiché trovati in possesso di circa 220 grammi di cocaina, pronta a rifornire le piazze locali.

L’operazione è scattata nell’ambito dei servizi che vengono pianificati abitualmente in stazione per il contrasto di questo tipo di reati. All’esperienza di poliziotti e finanzieri non poteva sfuggire la “ strana coppia” di ragazzi che, priva di bagagli e con fare circospetto, sono stati sottoposti al controllo.

L’odore rilasciato dalla sostanza stupefacente in sassi, benché occultata all’interno di una busta di carta, non poteva certo sfuggire al fiuto degli addestratissimi cani dell’unità cinofila.

La droga rinvenuta, una volta tagliata, avrebbe fruttato al dettaglio diverse migliaia di euro.

Grazie all’intuito degli investigatori è stato così possibile interrompere questo traffico, che ha visto di recente un incremento dell’utilizzo del mezzo ferroviario.

L’arrestato è stato trasferito presso il carcere di Sollicciano, a disposizione della Autorità Giudiziaria.

 

Due arresti in stazione a Pontassieve

 

Un Capo Treno del regionale Arezzo-Firenze ha richiesto l’intervento della Polizia Ferroviaria di Pontassieve per due ragazzi che, in evidente stato di ebbrezza, avevano infranto tre vetri, disturbato i viaggiatori e rubato un tablet  pochi minuti prima ad un altro Capo treno nella Stazione di San Giovanni Valdarno.

Questo capitava nel pomeriggio del 3 dicembre, e ha portato all’arresto di due cittadini Rumeni per i reati di furto aggravato continuato in concorso, danneggiamento aggravato e violenza e minaccia a P.U.

Tempestivamente all’arrivo del treno in stazione, gli agenti  hanno individuato subito i due ragazzi che, sin dal primo controllo, si comportavano in modo aggressivo. Non a caso venivano trovati in possesso di due martelletti frangivetro, rubati pochi minuti prima a bordo del treno e utilizzati per danneggiare i tre vetri della vettura dove viaggiavano. Gli agenti riuscivano anche  a recuperare il tablet di servizio, di cui si erano disfatti poco prima del controllo.

I viaggiatori hanno ringraziato gli agenti confermando l’intero episodio al quale avevano assistito impauriti dall’atteggiamento molesto dei due.

I due cittadini rumeni, dopo essere stati fotosegnalati, sono stati condotti presso le camere di sicurezza della Questura, in attesa del rito direttissimo che si svolgerà stamattina presso il Tribunale di Firenze.

Un Capo Treno del regionale Arezzo-Firenze ha invece richiesto l’intervento della Polizia Ferroviaria di Pontassieve per due ragazzi che, in evidente stato di ebbrezza, avevano infranto tre vetri, disturbato i viaggiatori e rubato un tablet  pochi minuti prima ad un altro Capo treno nella Stazione di San Giovanni Valdarno.

Questo capitava nel pomeriggio, e ha portato all’arresto di due cittadini Rumeni per i reati di furto aggravato continuato in concorso, danneggiamento aggravato e violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale.

Tempestivamente all’arrivo del treno in stazione, gli agenti  hanno individuato subito i due ragazzi che, sin dal primo controllo, si comportavano in modo aggressivo. Non a caso venivano trovati in possesso di due martelletti frangivetro, rubati pochi minuti prima a bordo del treno e utilizzati per danneggiare i tre vetri della vettura dove viaggiavano. Gli agenti riuscivano anche  a recuperare il tablet di servizio, di cui si erano disfatti poco prima del controllo.

I viaggiatori hanno ringraziato gli agenti confermando l’intero episodio al quale avevano assistito impauriti dall’atteggiamento molesto dei due.

I due cittadini rumeni, dopo essere stati fotosegnalati, sono stati condotti presso le camere di sicurezza della Questura, in attesa del rito direttissimo

No comments

*

Vanno nel bosco e si perdono

PISA – Marito e moglie si sono persi nel bosco, a Santa Luce, nella zona di Pastina. Sul posto stanno operando i Vigili del Fuoco ...