Botti di fine anno, pensiamo agli animali: come possiamo aiutarli….

0

MASSA – Come vi sentireste se, senza nessun preavviso, in un giorno qualsiasi iniziassero a esplodere botti fuori da casa vostra? Io non penserei ad una festa e mi spaventerei parecchio!
I cani e gli animali in genere, chiaramente non sanno che si tratta della festa di capodanno, ma solo che improvvisamente succede il finimondo! Inoltre, il loro udito, è talmente sviluppato, che questi rumori improvvisi possono causare loro un vero e proprio dolore.

Cosa possiamo fare per aiutarli?
Sensibilizzare i cittadini, riguardo alle conseguenze, per gli animali e per gli uomini dei botti di capodanno.
Non lasciamoli a casa da soli e festeggiamo con loro il nuovo anno, oppure lasciamoli con persone che conoscono, in un ambiente a loro familiare e sicuro.
Chiudiamo le finestre e, se possibile, anche le persiane per attutire il rumore. Accendiamo una bella musica di sottofondo e comportiamoci in maniera molto tranquilla e naturale. I nostri animali si relazionano molto con noi e il fatto di vederci tranquilli spesso li conforta, in questo modo gli comunichiamo che non sta succedendo nulla di pericoloso. Se poi l’animale si rintana sotto al letto o in un angolo, lasciamolo fare, se invece ci chiede conforto o protezione stiamogli vicino cercando di dimostrargli che noi ci siamo e che non potrà succedergli niente di male.
Teniamoli in casa, assolutamente, anche se di solito vivono in giardino: non solo perché potrebbero fuggire terrorizzati dai botti, ma anche perché potrebbe succedere che qualche brava persona, magari più allegra del solito, si diverta a lanciargli petardi e affini, se sono relegati in giardino e impossibilitati a fuggire.
Non portiamoli assolutamente fuori con noi in piazza a festeggiare e nemmeno a passeggiare intorno alla mezzanotte, non lasciamoli liberi durante la serata o nei giorni successivi, per evitare che un botto improvviso li faccia scappare via in preda al panico. Verifichiamo che il cane abbia la medaglietta di riconoscimento oltre al microchip obbligatorio per legge.
Non date al vostro cane tranquillanti senza aver prima consultato il veterinario. Il fai da te può essere molto pericoloso, alcuni dei farmaci normalmente utilizzati, e somministrati è vero che apparentemente fanno stare più tranquilli gli animali, ma in realtà sono una specie di “camicia di forza chimica”. Gli animali infatti sembrano apparentemente calmi, ma in realtà sono terrorizzati, perché questi tranquillanti aumentano la sensibilità uditiva. Per i cani fobici esistono validi sedativi anche naturali, chiedete consiglio al vostro medico di fiducia.

L’utilizzo indiscriminato di petardi e fuochi artificiali in occasione delle festività natalizie o di fine anno è causa di una serie di incidenti che spesso hanno ricadute negative non solo sulle persone ma anche sull’ambiente che ci circonda e gli animali: inquinamento ambientale, incendi boschivi, danni alla vegetazione in ambito urbano, decessi per crepacuore di animali selvatici e fuga di quelli domestici che, impauriti, provocano o restano vittime di incidenti stradali.
Il fenomeno è forse un po’ troppo trascurato, per questo motivo, l’Amministrazione Comunale, attraverso l’assessorato all’ambiente di Uiliam Berti, rinnova la campagna di sensibilizzazione contro l’uso indiscriminato dei botti già lanciata lo scorso anno.
Attraverso l’affissione di manifesti pubblicitari, la diffusione di locandine e la stampa di un vademecum con consigli utili a responsabilizzare la cittadinanza ad un maggior rispetto verso gli animali, l’ambiente e se stessi, la campagna di sensibilizzazione è finalizzata a limitare e contenere il più possibile gli effetti negativi di questa usanza.

No comments

*