Brandisce i resti di una bottiglia, minaccia e ferisce due giovani: arrestato un 26enne rumeno

BARBERINO DI MUGELLO  – Nel corso della notte i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto in flagranza dei reati per lesioni personali aggravate e minaccia aggravata C.C.C., rumeno di 26 anni. L’uomo, alle 1.20 circa, unitamente a due suoi connazionali risultati estranei ai fatti, dopo aver raggiunto un gruppo di giovani presenti in via della Repubblica, all’angolo con Ponte alla Badia, per futili motivi e in evidente stato di alterazione psico-fisica dovuta all’abuso di alcool, brandendo i resti di una bottiglia, dapprima ha minacciato i presenti e successivamente ha colpito due giovani della zona di 21 e 25 anni. Al 21enne ha cagionato lesioni al cuoio capelluto e al braccio sinistro, guaribili in 7 giorni, mentre il 25enne è stato trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Careggi, ove è stato riscontrato affetto da lesioni al collo ed al volto e tuttora ricoverato, non in pericolo di vita. Le tempestive ricerche hanno consentito di rintracciare ed arrestare il rumeno, il quale, dopo le fasi della colluttazione, si era immediatamente dileguato. Quest’ultimo, trasportato presso il pronto soccorso per gli accertamenti veniva riscontrato affetto da “due ferite regione temporali e contusione del volto”, guaribile in 10 giorni e con tasso alcolemico pari a 2,19 g/l.