Brucia la moglie con un accendino e la sevizia, nei guai il marito

0

LUCCA – Gli uomini della Squadra Mobile, diretta da Virgilio Russo,  hanno denunciato un cittadino albanese 34enne residente nel capannorese. Nelle scorse settimane al pronto soccorso dell’ Ospedale di Lucca si era presentata una giovane donna albanese, di poco più giovane, che presentava politraumi inequivocabilmente dovuti a percosse e addirittura una vera e propria sevizia: una bruciatura da accendino su un arto. In attivazione del “codice rosa” i sanitari avevano allertato la sezione reati contro la persona della Squadra Mobile della Questura, che aveva verbalizzato la donna la quale, tra le lacrime, aveva riferito dei continui soprusi del marito, che la picchiava con qualsiasi pretesto anche davanti ai figli piccoli. La donna non si era mai fatta visitare dal Pronto soccorso perché  il marito glielo aveva sempre impedito, conscio del fatto che la Polizia sarebbe stata immediatamente allertata. Stavolta invece aveva trovato il coraggio, anche se a distanza di 48 ore dall’ ennesima aggressione, perché il marito dopo la sfuriata era andato via di casa sostenendo di voler tornare in Albania. La Squadra Mobile ha ricostruito gli anni di maltrattamenti e denunciato al termine l’ uomo, nel frattempo rientrato in Italia con una nuova moglie ed andato ad abitare altrove, per il reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

No comments

*