Cacciatore spara alla gola a un uomo in un uliveto e fugge

0

LUCCA – Un colpo di fucile, nei boschi di Vitiana, frazione di Coreglia Antelminelli, poi è fuggito. La vittima un 49enne, Gianfranco Barsi, è stato trasportato dal Pegaso a Cisanello, operato e ricoverato in gravissime condizioni nel reparto di Rianimazione dell’ospedale pisano. A sparargli è stato un cacciatore, redarguito, da quanto emerso, di essere a caccia in una zona troppo vicino al terreno di proprietà dell’uomo. Sul posto i carabinieri di Coreglia e di Castelnuovo che hanno subito iniziato le ricerche del fuggiasco, che a detta di qualche testimone sarebbe andato via a bordo di una ieep. Posti di blocchi ovunque, in Garfagnana, in tutta la lucchesia e nelle province limitrofe, con il contributo di tutte le Forze dell’Ordine, e ricerche a tappeto per rintracciare il cacciatore, sul quale pende l’accusa di tentato omicidio. Barsi, all’ora di pranzo, era con il figlio a lavorare nel loro uliveto, quando ha sentito degli spari e da li ne è nata una lite, poi, questa la ricostruzione, il cacciatore ha fatto fuoco, colpendo l’uomo alla gola che si è accasciato a terra in una pozza di sangue. A dare l’allarme, sotto choc, è stato il figlio 18enne, che solo per un miracolo non è stato colpito.

( Si ringrazia per la foto Roberto Salotti di Luccaindiretta )

No comments

*

Muore travolto dal trattore

CAPANNORI – Ha perso la vita travolto dal suo trattore, Giuseppe Milea, 78 anni. Il mezzo agricolo si è ribaltato sul sentiero di un oliveto ...