Calamita nel vano motore per impedire la registrazione dei dati di bordo: camionista nei guai

0

LIVORNO – È accaduto sull’Aurelia: la pattuglia della Polizia Stradale di Livorno, impegnata nel dispositivo a reticolo per cercare automobilisti distratti e indisciplinati, ha fermato un camionista nei pressi di Rosignano Marittimo che, benché in viaggio, risultava dalla scatola nera del mezzo fermo dalla sera prima.

I poliziotti, esperti investigatori, hanno subito capito che qualcosa non tornava e hanno ispezionato il T.I.R. da cima a fondo, finché non hanno scoperto l’inghippo. Il camionista, livornese di circa quarant’anni, aveva applicato una calamita nel vano motore per impedire la registrazione dei dati di bordo. Voleva fare il furbo e guidare senza riposare, convinto che l’avrebbe fatta franca.

Ma la Stradale a Livorno non chiude per ferie e così il tarocco è stato scoperto dalla pattuglia del Distaccamento di Cecina. Gli agenti hanno ritirato la patente all’uomo, infliggendogli anche una multa salata: dovrà pagare circa 1.700 euro.

No comments

*

Viareggio, chiude la piscina comunale

VIAREGGIO (di Alberto Pardini) – Niente da fare, l’operazione “salvataggio” della piscina di Viareggio non va in porto e dal prossimo lunedì l’impianto chiuderà i battenti. ...