Camionista pestato a sangue, le indagini a una svolta: gli aggressori hanno le ore contate

0

LUCCA – Letizia Tassinari – Indagini a una svolta sulla vicenda dell’uomo trovato esanime, e insanguinato, davanti all’ingresso delle piscine della ex Casina Rossa ieri mattina poco prima delle 8?

Gli aggressori avrebbero le ore contate. Dalle immagini delle telecamere di video sorveglianza fornite dal titolare delle piscine, Maurizio Vangone, e dai tabulati telefonici acquisiti, da quanto trapelato potrebbero infatti emergere elementi utili alle indagini dei carabinieri di Cortile degli Svizzeri, per risaliure all’identità dei repsonsabili. Quasi certo il movente passionale.

Almeno due le persone immortalate, oltre a una terza che non avrebbe preso parte all’aggressione, scese da un’auto giunta sul posto assieme alla Cabrio dove era l’aggredito, un 44enne di Lucca.

Le condizioni dell’uomo, Rossano Barsotti, pestato a sangue e ferito alla testa sono stazionarie. Ma tuttora è tenuto sedato, in coma farmacologico, dal personale sanitario dell’ospedale Cisanello di Pisa dove da ieri è stato ricoverato in prognosi riservata.

No comments

*