Campo Rom in fiamme, interrotta la linea La Spezia – Pisa

0

MASSA – Stanotte è andato completamente distrutto dalle fiamme il campo degli oliveti nella zona stadio a Massa. Distrutte alcune roulotte, ma nessun ferito. L’incendio si è sviluppato verso le 2, e i Vigili del Fuoco stanno ancora bonficando la zona dove sono state trovate alcune bombole di gas, che con il fuoco hanno rischiato di esplodere. La linea ferroviaria La Spezia Pisa, vicina all’accampamento, è stata interrotta, con ritardi dei treni e disagi per i passeggeri

“Da anni – si legge nella nota di Associazione Rom – la popolazione nomade vive nella piu’ completa esclusione
sociale. Intimidazioni, minacce, violenza, razzismo, distruzione, espulsioni, sgomberi, deportazioni queste le uniche”politiche sociali” ricevute dalle famiglie di etnia rom nella citta’ di Massa, nella Versilia ed in tutta la Regione Toscana. Associazione Nazione Rom ha immediatamente contattato il Sindaco Alessandro Volpi e la Prefettura chiedendo l’immediata apertura di una casa di accoglienza per tutte le famiglie del campo degli uliveti. Il rispetto degli Accordi Quadro Strutturali Europei e della Strategia Nazionale di Inclusione dei Rom, dei Sinti e dei Caminanti sono le condizioni basilari ed imprescindibili per uscire dalla crisi in corso e ripristinare regole ed umanita’. Continuare a negare la vita umana e la stessa presenza di Rom, Sinti e Caminanti produce soltanto barbarie, odio ed indifferenza. E’ ora che la citta’ di Massa, la Versilia e la Regione Toscana entrino in Europa implementando in ogni territorio politiche di inclusione sociale. Sono decine di milioni di euro le risorse economiche ricevute dall’Assessoratao al Welfare della Regione Toscana. Soldi stanziati dall’Unione Europa per Rom, Sinti, Caminanti. Soldi stanziati per gli ultimi. Il denaro non deve piu’ essere affidato alle Cooperative e Terzo Settore ma gestito in Tavoli Istituzionali dove, la rappresentanza Rom, Sinti e Caminanti, decide come previsto dagli schemi di governance, insieme ai Comuni, alla Regioni ed alle Prefetture le politiche su casa, scuola, lavoro e sanità”.

No comments

*

Stupro alla Fortezza, tutti assolti

FIRENZE – Una vicenda “incresciosa” e non encomiabile per nessuno”, ma “penalmente non censurabile”. Questa la motivazione della Corte d’Appello di Firenze che ha assolto ...