“Canapisa”, al corteo per legalizzare le droghe leggere 2 arresti, 1 denuncia e 1 ricovero

0

PISA – Circa 3500 i partecipanti all’edizione 2015 del “Canapisa”, la manifestazione per la legalizzazione delle droghe leggere. Le persone, molte di età compresa tra i 20 ed i trent’anni, sono giunte dalla toscana ma anche da altre parti d’Italia, alcune in treno ed altre in macchina.
La manifestazione, che si è svolta senza particolari incidenti, è iniziata intorno alle 17 con il raduno dei partecipanti di fronte alla stazione ferroviaria, dalla quale è partito un corteo che se è arrivato intorno alle 21 in via Canevari, nei pressi del carcere “Don Bosco”, dove il corteo itinerante, accompagnato da sei furgoni su alcuni dei quali erano montate casse per la musica ad alto volume, si è fermato e dove i partecipanti sono rimasti fino a tarda notte.
Nel corso del corteo, alcuni partecipanti, probabilmente sotto il pesante effetto di droghe ed alcool, hanno accusato malori e sono stati soccorsi da personale volontario e dal 118. I Carabinieri, impegnati nel servizio di ordine pubblico in coda al corteo, hanno riconosciuto un soggetto senegalese che già l’anno scorso era stato visto cedere numerosissime dosi di marijuana, ma per motivi connessi all’ordine pubblico non era stato possibile fermarlo. Quest’anno, quando l’extracomunitario ha commesso l’errore di passare a fianco ai veicoli dei militari, questi ultimi l’hanno fermato e caricato in macchina; all’atto del controllo in caserma, i Carabinieri della Stazione di Pisa principale lo hanno trovato in possesso di numerose dosi di Hashish e Marijuana e tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio. L’uomo, D.P., pregiudicato con precedenti specifici, è stato posto al regime degli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo nella mattinata di lunedì.
All’atto del passaggio del corteo in viale Bonaini, i Carabinieri avevano inoltre notato un cittadino straniero pesantemente sotto l’effetto di droghe che si aggirava tra i veicoli parcheggiati in sosta lungo il viale; successive telefonate al 112, segnalavano la sua presenza all’interno di una corte privata, dove stava danneggiando una autovettura. Immediato l’intervento della pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile, che ha tratto in arresto il giovane per danneggiamento aggravato e denunciato per violazione di domicilio; all’atto del controllo in caserma, il ragazzo, P.G. polacco dell’83, è risultato in passato già denunciato per danneggiamento aggravato a Roma nel 2010 ed arrestato dai Carabinieri di Ostia per evasione, violenza, resistenza e lesioni nel 2011. In questo caso il pubblico ministero pisano ha disposto l’immediata liberazione, non ritenendo di dover adottare misure cautelari.
Sempre i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel corso della notte hanno denunciato una giovane ragazza di Siena, C.M., classe 1994, che alla guida del proprio veicolo, all’atto del controllo dei Carabinieri si è rifiutata di sottoporsi agli accertamenti per la presenza di stupefacenti nel sangue o nelle urine; la ragazza, in macchina insieme ad altre due ragazze e due ragazzi, ha dichiarato ai militari di aver passato la notte nel punto dove si era fermato il corteo del “Canapisa”. Segnalati alla prefettura come assuntori di stupefacenti anche altri due giovani.
La stessa pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile è stata poi d’urgenza inviata nei pressi di via Canevari, per la segnalazione di una ragazza a terra ed esanime; giunti sul posto unitamente a personale del 118, i militari hanno scortato l’ambulanza presso il pronto soccorso, dove la giovane, T.V,. di Firenze, classe 1993, è stata ricoverata in codice rosso nel reparto rianimazione ed intubata, Per la giovane al momento la prognosi rimane riservata; probabile il forte abuso di alcool e droga.
Un’altra pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel pomeriggio di ieri ha tratto in arresto due giovani brasiliani per furto aggravato al supermercato “esselunga”; i giovani avevano trafugato diverse centinaia di euro di spesa senza pagarla; l’autorità giudiziaria ha disposto l’immediata liberazione dei due arrestati, non ritenendo di dover adottare misure cautelari; i due sono estranei alla manifestazione “Canapisa”.

No comments

*