Cartelle Equitalia per la mensa scolastica non pagata: presidio di protesta del Movimento di Lotta per la Casa a Firenze

0

FIRENZE (di Marta Del Nero) – Oggi, 6 novembre, dalle ore 10.00, il Movimento di Lotta per la Casa terrà presso la sede della direzione istruzione del Comune, in via Niccolodi (Firenze), un presidio di protesta sulle fasce di esenzione e sulla residenza.

Lo scorso lunedì il Movimento stesso aveva indetto una conferenza stampa-denuncia, in cui riportava tre casi di famiglie in gravi difficoltà economiche, alle quali Equitalia aveva fatto recapitare cartelle esattoriali per non avere pagato la mensa scolastica dei propri figli. “Ne siamo venuti a conoscenza durante le attività di sportello di consulenza itinerante che stiamo facendo”- spiega Luca Toscano, esponente del movimento.- “Abbiamo, inoltre, riscontrato – prosegue – i casi di almeno due bambini che tutt’ora non possono andare a scuola perché non gli viene accettata l’iscrizione, vivendo in case occupate e non essendogli riconosciuta la residenza”.

Toscano evidenzia che il presidio di oggi vuole essere un primo passo per richiedere un tavolo con l’Assessorato all’istruzione al fine di ricercare soluzioni concrete alle problematiche inerenti il diritto allo studio. Tra le richieste che verranno sollevate dal movimento figurano:

  • Servizi scolastici gratuiti per tutte le famiglie con ISEE inferiore agli 8000 €, ricordando che attualmente non è possibile beneficiare dell’esonero nemmeno presentando un ISEE inferiore ai 5500 €.
  • Una revisione del “Pacchetto Scuola”offerto dal comune di Firenze, per l’ottenimento di contributi adeguati alle effettive spese da sostenere (materiali, trasporti etc.) e per garantirne il beneficio a tutti coloro che ne hanno facoltà.
  • Il riconoscimento del diritto alla scuola per i bambini che vivono nelle case occupate: accesso alla scuola, possibilità di partecipare ai bandi e usufruire degli esoneri.

Il Portavoce del Movimento sottolinea, infine, come L’Assessore Cristina Giachi, in risposta alle istanze sollevate dal Comitato, abbia preferito negare l’esistenza di questi problemi e ricorda che “venerdì sarà un’altra occasione in cui denunciarli e segnalare l’insufficienza delle misure adottate dall’Amministrazione.”

No comments

*

Al via il piano per un Natale sicuro

FIRENZE – Più controlli in centro e nelle periferie. Giuffrida: “Non sussistono al momento allarmi specifici da impedire di vivere questi giorni con serenità”. Nardella: ...