“Centinaia di profughi in provincia, e nessun aiuto agli italiani in difficoltà”

2

MASSA CARRARA – “La crisi economica ha investito violentemente il nostro paese, gli italiani sempre più in difficoltà non ricevono alcun sostegno da parte delle istituzioni, eppure, nella nostra provincia continuano ad arrivare ogni settimana decine di finti profughi. Davvero le istituzioni della nostra provincia vogliono continuare ad ingrossare le tasche degli imprenditori del business dell’accoglienza minando la pace sociale delle nostre città?  Dal centro di Massa fino alle periferie ed alle zone montane -spiega Francesco Mangiaracina, dirigente di Forza Nuova-, paura ed insicurezza aumentano, siamo giorno dopo giorno vittime di reati commessi dagli stessi finti profughi che ospitiamo e dai già molti extracomunitari presenti sul nostro territorio. Atti evidenziati nelle pagine dei quotidiani locali e dalle chiamate che settimanalmente riceviamo da cittadini residenti in molte parti della città. Volpi e De Pasquale vogliono davvero continuare a sostenere con ogni mezzo centinaia di extracomunitari dimenticandosi totalmente degli italiani in difficoltà economiche e abitative? Conosciamo meglio di chiunque altro la situazione di crisi economica e di emergenza abitativa che stanno attraversando i nostri concittadini, infatti ogni mese distribuiamo generi alimentari a decine di famiglie che non ricevono alcun tipo di aiuto dallo Stato e dalle amministrazioni troppo impegnate nell’aiutare extracomunitari di ogni tipo. E’ assurdo che nella nostra provincia tra hotel, B&B e appartamenti privati aggiunge Mangiaracina sono presenti circa 800 profughi di cui circa 330 a Massa e 170 a Carrara per una spesa mensile media di 850.000€. Per lanciare un segnale forte verso il Prefetto e i sindaci di Massa e Carrara, questa notte i nostri militanti hanno affisso uno striscione lungo venti metri sotto a Palazzo Rosso, sede di provincia e prefettura e simbolo istituzionale del nostro territorio. È giunto il momento -conclude Mangiaracina- di dire basta a nuovi arrivi di extracomunitari e di iniziare una politica sociale ed economica volta a sostenere concretamente le centinaia di famiglie italiane vittime di una crisi scaturita dalle scelte scellerate di politicanti di ogni appartenenza politica. Volpi e De Pasquale inizino a pensare prima agli italiani”.

2 comments

Post a new comment

*