Cimitero di Forno a rischio idrogeologico: monitoraggio dei tecnici

1

MASSA – Il sito del cimitero di Forno, ubicato com’è noto al di sopra di una paleo-frana in area a particolare rischio idrogeologico, è per questo continuamente monitorato dagli uffici tecnici del comune.

Lo assicura l’Amministrazione comunale intervenendo in risposta ad una specifica interpellanza consigliare e a segnalazioni di cittadini della frazione montana seguite con attenzione da alcuni consiglieri.

Il 24 dicembre 2010  il cimitero è stato infatti  oggetto di un movimento franoso  in seguito al quale gli uffici hanno pianificato un intervento suddiviso in tre lotti e  richiesto  a Regione Toscana  uno stanziamento complessivo  di 800mila €.

Regione Toscana, nell’ambito del Piano di Difesa Suolo, ha accordato nel 2011 un primo finanziamento di 250mila € rivolto alla realizzazione di opere di consolidamento strutturale della parte alta del cimitero realizzate attraverso una struttura palificata con tiranti d’ancoraggio. L’Amministrazione comunale, nell’ambito del Piano degli investimenti  2014, ha stanziato l’ulteriore importo di 125mila necessario ad eseguire un intervento di ripristino consistente nella  pulizia degli scannafossi posti nell’area perimetrale del cimitero e, più in generale, alla regimazione delle acque con interventi di ingegneria  naturalistica. Il progetto esecutivo sarà pronto entro la fine del mese, la data d’avvio del cantiere è prevista a gennaio 2015 mentre il fine lavori è fissato per il successivo mese di marzo.

Il progetto punta su una serie di interventi volti alla mitigazione del rischio idraulico del versante circostante il cimitero realizzati con tecniche poco impattanti e ben inserite nel contesto rurale, su opere di ingegneria naturalistica quali cabalette, briglie e trincee drenanti per la raccolta e lo smaltimento  delle acque superficiali. Verranno inoltre sostituiti i pozzetti ed alcuni tratti di canaletta presenti a monte della struttura cimiteriale. Si tratta di opere che riguardano  principalmente il versante a monte e in fregio al cimitero sul lato di destra, consistono  nel decespugliamento e nella ripulitura dalla vegetazione infestante, nella realizzazione di trincee drenanti, di un tratto di fognatura del diametro di cm. 60, nella risagomatura dell’alveo del canale, nella realizzazione di cabalette e nello smaltimento delle acque del versante tramite alcuni drenaggi superficiali.

Questi interventi rappresentano intanto un punto di partenza per il miglioramento dell’assetto idrogeologico dell’area. Successivamente, in funzione di ulteriori finanziamenti, potrà essere definita una linea d’intervento mirata all’individuazione delle zone ancora a rischio e ad una intensificazione delle operazioni necessarie ad evitare che, in seguito ad eventi meteorici importanti, si possa verificare un ampliamento del dissesto.

Relativamente poi all’episodio segnalato da alcuni cittadini di Forno circa la recente caduta di una lastra di compensato della recinzione del cantiere presso il cimitero, si informa che i tecnici comunali hanno già incaricato una ditta per eseguire il ripristino oltre ad una serie di altre opere  di manutenzione ordinaria.

Il progetto in fase di ultimazione da parte dell’U.T.C. intende proporre una serie di interventi volti alla mitigazione del rischio idraulico del versante circostante il cimitero di Forno in seguito al fenomeno di dissesto.

Gli interventi proposti consistono nella realizzazione di opere di mitigazione del rischio idraulico realizzati in buona parte mediante tecniche poco impattanti e ben inserite nel contesto rurale, di ingegneria naturalistica quali canalette e briglie, trincee drenanti per la raccolta e smaltimento  delle acque superficiali, verranno inoltre sostituiti i pozzetti ed alcuni tratti di canaletta in cls presenti  a monte della struttura cimiteriale.Questi interventi  rappresentano   un punto di partenza per il miglioramento dell’assetto idrogeologico dell’area.

Successivamente, in funzione di ulteriori finanziamenti, potrà essere definita una linea di intervento mirata all’individuazione  delle zone ancora a rischio e ad una intensificazione delle operazioni necessarie ad evitare che, in seguito ad altri eventi meteorici importanti, si possa verificare un ampliamento del dissesto.

Gli interventi proposti riguardano il versante a monte e in fregio al cimitero sul lato di destra e consistono principalmente  nel decespugliamento e ripulitura dalla vegetazione infestante, realizzazione di trincee drenanti, realizzazione di tratto di fognatura del diametro di cm. 60 risagomatura dell’alveo del canale,realizzazione di cabalette  e lo smaltimento dlle acque del versante tramite alcuni drenaggi superficiali.

Il costo dell’opera ammonta complessivamente a €. 125.000,00 di cui €. 95.000,00 per lavori e €. 35.000,00 per somme a disposizione .

 

1 comment

  1. Ben. 16 gennaio, 2015 at 09:06 Rispondi

    Cosa aspettano ad iniziare i lavori ,promessi x il cimitero.si sta aspettando che succeda qualcosa di peggio. Come cascare la parte superiore e rimanerci sotto,

Post a new comment

*