Concordia, Fedeli lancia un appello: “ Domani tutti al molo, in difesa dell’ambiente”

0

“ Non possiamo permettere che gli interessi dei più forti giochino un ruolo decisivo nella rimozione della Concordia, né che su un caso internazionale vincano logiche perverse nella scelta di strade complicate e rischiose. Dobbiamo pensare a tutelare l’ambiente, un ambiente peraltro preziosissimo sede del Santuario dei Cetacei. Dobbiamo far sì che, oltre alla tragedia, possa almeno esserci una ripresa per l’economia della nostra regione”. Questo il commento di Giuliano Fedeli, Consigliere regionale IdV- ALDE e Vicepresidente del Consiglio sulla questione Concordia. “ Se, come auspicato nelle preghiere a mezzo stampa del Cardinale Bagnasco, si decidesse di spostare il relitto a Genova il rischio sotto l’aspetto ambientale sarebbe altissimo. Un ulteriore schiaffo all’arcipelago toscanoe al buon senso. Per questo chiedo a tutti i cittadini ai quali sta a cuore l’ambiente, toscani e non, una reazione forte. Ma nessuno si è chiesto che cosa accadrebbe se la Concordia, nel viaggio della follia per essere smantellata altrove, affondasse??? Ma davvero siamo consapevoli dei rischi che stiamo correndo?? Domani sarò presente alla manifestazione al molo e chiedo a tutti coloro che abbiano a cuore l’ambiente di unirsi al coro di no contro lo spostamento del relitto fuori dai nostri confini, un’ ipotesi illogica visto che il punto più vicino e più adatto allo smantellamento è proprio Piombino”. “ Condivido – ha poi concluso- le parole del Presidente Rossi al Giglio come me fin dai giorni successivi alla tragedia. La demolizione della Concordia deve avvenire in Toscana oppure ci metteremo di traverso”.

No comments

*