Condanne a morte commutate in ergastolo, si accende di nuovo “la targa che illumina la vita”.

0

LUCCA – La “Targa che illumina la vita” posta sulla facciata di Palazzo Santini verrà di nuovo accesa nelle notti del 18, 19 e 20 novembre.

A darne comunicazione è il presidente del Consiglio Comunale Matteo Garzella che spiega come questa volta, la sesta dopo l’inaugurazione della targa avvenuta lo scorso 15 aprile, le buone notizie giungono dalla Repubblica di Singapore e dal Gambia.

Il 28 ottobre 2014 una corte d’appello di Singapore ha commutato in ergastolo la condanna a morte di Wilkinson Primus, un cittadino della Malaysia che nel 2008 era stato trovato in possesso di circa 35 chili di eroina. In base a un recente emendamento alla legislazione antinarcotici, la condanna a morte non è più obbligatoria e il giudice può esercitare discrezionalità nell’imporre la pena.

Il 13 novembre 2014 la Corte suprema del Gambia ha commutato in ergastolo le condanne a morte inflitte nel 2010 a sette tra ufficiali dell’esercito, diplomatici e uomini d’affari che erano stati giudicati colpevoli di essersi procurati armi dall’estero e di aver cospirato per rovesciare il presidente Yahya Jammeh.

No comments

*