Contrasto agli stupefacenti: Polizia in azione alle Cascine

0

FIRENZE  – Ieri, alle prime ore dell’alba, le volanti hanno denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti due 35enni genovesi fermati a bordo di un’autovettura in via Pistoiese.

Una pattuglia, che stava effettuando degli specifici controlli intorno all’area delle Cascine, si è insospettita dall’andatura del mezzo e dall’atteggiamento dei suoi occupanti.

Entrambi con precedenti di polizia, hanno mostrato subito un eccessivo nervosismo; i sospetti degli agenti hanno trovato poi conferma quando dal vano portaoggetti del veicolo sono saltati fuori qualche grammo di sostanza da taglio notoriamente destinata ad essere mischiata con la droga.

Il rinvenimento della polvere bianca (priva di principio attivo) non ha naturalmente persuaso gli operatori che sono voluti andare a fondo nella vicenda: il passeggero è stato sorpreso con addosso una dose di cocaina oltre a qualche centinaio d’euro in banconote di piccolo taglio; mentre il conducente nascondeva sotto i pantaloni alcuni grammi di hashish.

Per quest’ultimo, sul quale erano ben evidenti i sintomi di una alterazione psicofisica, è scattato anche l’alcoltest e successivamente il controllo in ospedale per accertarne la guida sotto l’eventuale influenza di stupefacenti. La verifica ha dato esito positivo e all’uomo, denunciato anche per quest’ultimo reato previsto dal codice della strada, è stata immediatamente ritirata la patente.

In tarda mattinata, sempre in zona, un’altra pattuglia, questa volta della Squadra Mobile, ha denunciato due fiorentini di 22 e 23 anni trovati in possesso di strumenti da effrazione. I giovani erano stati tempestivamente segnalati al 113 da un residente che aveva notato la coppia aggirarsi nei pressi delle abitazioni in via Stazione delle Cascine. Il rapido intervento degli agenti ha permesso di identificare subito i due – già conosciuti alle forze dell’ordine per i loro precedenti per una serie di reati contro il patrimonio – e di sequestrare i cosiddetti “ferri del mestiere”: un cacciavite, un grosso piede di porco e dei guanti.

In serata sono proseguiti altri controlli delle volanti e del Reparto Prevenzione Crimine Toscana all’interno e nelle adiacenze del parco fiorentino. Un cittadino italiano di 30 anni è stato sorpreso con una dose di hashish e segnalato quindi come assuntore di sostanze stupefacenti.

E sempre per lo stesso motivo, nel corso dei servizi di prevenzione e controllo del territorio nel capoluogo toscano, sono state segnalate altre due persone: un cittadino peruviano di 44 anni ed una ragazza argentina di 26. Il sudamericano, trovato in possesso, oltre che di qualche grammo di hashish, anche di un tablet e di alcuni telefoni cellulari di sospetta provenienza furtiva, dovrà rispondere del reato di ricettazione.

Denunciati infine un 29enne ghanese per spaccio di marijuana ai giardini della Fortezza in viale Strozzi ed un cittadino rumeno di 35 anni  per un furto aggravato di alcune bottiglie di liquore messo a segno in un supermercato a Novoli.

No comments

*