Controlli a raffica, arresti e denunce: beccati un ricercato e due ladre

0

PISA – Arresti e denunce sono i risultati di una operazione di polizia della Questura di Pisa effettuata nella serata di ieri per il controllo del territorio nei quartieri di Putignano e del centro città. Sono state impegnate Volanti e personale del Nucleo Prevenzione Crimine Toscana un nucleo di rinforzo appositamente richiesto dal Questore Bernabei Proprio nel quartiere di Putignano un equipaggio delle volanti ha rintracciato un cittadino tunisino O.I. nato in Tunisia nel 1988, e residente a Vittoria in provincia di Ragusa, il quale sottoposto alle procedure per la identificazione è risultato avere a carico un provvedimento di cattura per esecuzione pena, dovendo scontare 5 mesi e 23 giorni per violazione della normativa antidroga

Sempre nel corso di tali servizi di prevenzione e repressione dei reati le volanti della Questura sono intervenute presso il supermercato Carrefour  dove rintracciavano  due donne nomadi  che dopo essersi impossessate di merce per un valore di euro 400 circa, schiaffeggiavano  un’addetta nel tentativo di guadagnarsi la fuga. Le due donne rispettivamente di anni 43 e 22, entrambe di origini slave anche se la più giovane nata in Italia e residenti in città, sono state dichiarate in arresto per il reato di rapina e la merce riconsegnata al supermercato. Il P.M. ha disposto che le donne venissero condotte  presso il proprio domicilio agli arresti domiciliari, in attesa dell’ udienza di convalida.

 

Un uomo A.B. di anni 44, residente in provincia di Firenze, è stato denunciato all’ Autorità Giudiziaria per la violazione del foglio di via obbligatorio emesso a suo carico dal Questore di Pisa il  3 ottobre 2013. Il soggetto è stato identificato in piazza Sant’Antonio nel corso del normale servizio d’istituto.

 

 

Sempre nel corso di tali servizi un cittadino marocchino, residente in città,   colto nell’atto di consumare alcol da una bottiglia all’ esterno dei locali, in violazione della “cd. ordinanza antibivacco”, è stato denunciato all’ Autorità Giudiziaria. La bottiglia è stata sequestrata.

 

No comments

*