Controlli a tappeto della Polstrada nel fine settimana in Toscana: ritirate 21 patenti e sottratti 1.101 punti. Due beccati anche in Versilia

TOSCANA – E’ di 1.418 veicoli controllati e 1.591 persone identificate il bilancio dell’operazione svolta lo scorso fine settimana dalla Polizia Stradale in Toscana sulle principali arterie della regione. Il dispositivo è stato attuato su input della Direzione Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, al fine di prevenire gli incidenti causati da condotte di guida distratte e da chi si mette al volante dopo aver bevuto troppo o assunto droghe, nonché neutralizzare quelle persone che utilizzano le strade solo per realizzare la loro losche attività.

Nel dispositivo a reticolo, dove nulla è lasciato al caso poiché gli equipaggi sono movimentati dalla centrale operativa sulla base di una specifica strategia, sono state impiegate 252 pattuglie, che hanno ritirato 21 patenti e 19 carte di circolazione, defalcando 1.101 punti. Le multe contestate sono state 529, mentre gli interventi di soccorso 160.

Sabato scorso, la Sezione di Siena, insieme a una pattuglia della Questura e al medico della Polizia di Stato, ha monitorato nella notte la zona della Lizza con l’uso di etilometri e del drug-test. C’era anche un’unità cinofila addestrata alla ricerca di stupefacenti. A un uomo di 50 anni e una donna di 23 è stata ritirata la patente, poiché avevano un tasso di alcool nel sangue superiore al consentito.

Anche la Sottosezione di Viareggio ha sorpreso 2 automobilisti che guidavano dopo aver bevuto troppo. Il primo, di 38 anni e originario della provincia di Bergamo, domenica sera era alla guida di Golf sull’A/12 quando, all’altezza di Pietrasanta, ha urtato un’auto e non si è fermato. L’allarme è pervenuto alla centrale operativa della Polstrada, che l’ha girato alle pattuglie al fine di stringere il fuggitivo in una morsa. Più avanti la Golf è stata bloccata e il conducente era talmente ubriaco che ha cercato di attraversare la carreggiata. E’ stato placcato dai poliziotti, che gli hanno ritirato la patente e sequestrato l’auto.

Il secondo automobilista è stato sorpreso sempre sull’A/12, vicino al casello Versilia. Il conducente, nato 44 anni fa a Firenze e residente a Lucca, teneva un’andatura poco rassicurante e, perciò, una pattuglia l’ha fermato. Gli agenti gli hanno sequestrato l’auto dopo aver appreso che la patente gli era stata ritirata da qualche mese, segnalando tutto alla Prefettura per la sua revoca definitiva.

Infine, venerdì sera sull’A/1 una pattuglia della Sottosezione di Firenze Nord ha bloccato in prossimità di Rignano sull’Arno un camion, per verificarne il carico. Il conducente, un rumeno di 46 anni, stava trasportando detersivi per consegnarli a Pomezia (Roma) e, per arrivare prima a destinazione ed eludere i controlli sui tempi di guida e di riposo, aveva piazzato una calamita sul cambio del mezzo in modo da taroccare i dati della scatola nera. I poliziotti non ci sono cascati e gli hanno ritirato la patente e tolto 10 punti, multandolo di circa 2.000 euro.