Controlli estivi, il bilancio della questura livornese

LIVORNO – Nel periodo estivo la provincia di Livorno  è stata meta di uno straordinario flusso turistico che ha determinato, soprattutto nel mese di agosto, una crescita esponenziale di presenze, di oltre centomila persone. Nonostante il periodo di crisi che attanaglia il Paese, che ha sicuramente portato le famiglie italiane a ridurre la durata delle vacanze sono stati  numerosissimi i villeggianti, sia italiani che stranieri, che anche quest’anno hanno scelto le splendide isole dell’arcipelago toscano come meta dei loro viaggi, concentrandosi, come ormai consuetudine, soprattutto nelle settimane a cavallo del ferragosto.
Sorgeva, pertanto, l’esigenza di adottare delle idonee misure di prevenzione, incrementando i servizi di Polizia  attraverso il potenziamento del controllo del territorio da parte delle volanti della Questura di Livorno e di quelle  dei vari commissariati presenti nella provincia, anche con il coinvolgimento delle specialità della Polizia di Stato, al fine di accrescere la sicurezza e garantire a turisti e residenti di trascorrere con serenità le proprie vacanze.
La Questura , in sinergia con le altre forze di polizia, ha organizzato in tutta la provincia livornese vari servizi di controllo rivolti in special modo al contrasto del fenomeno della contraffazione e abusivismo commerciale.
Con il coinvolgimento della sezione della polizia stradale di Livorno, sono stati implementati i servizi sull’accertamento delle condizioni psicofisiche dei conducenti dei veicoli al fine di attuare anche  un servizio di prevenzione ‘Stragi del Sabato Sera’.
I predetti servizi  venivano svolti sia in forma dinamica che attraverso la predisposizione di posti di controllo specifici in prossimità delle località maggiormente conosciute di Livorno nonche sull’Elba quali  Procchio,  Marciana Marina, Porto Azzurro, Marina di Campo e Portoferraio.
Alle normali pattuglie impiegate quotidianamente sul territorio, nel periodo in questione, si sono affiancate ulteriori 34 unità operative impiegate nei servizi straordinari ed in specifici controlli sul territorio. 27 i posti di controllo effettuati
In totale, nel corso dei servizi straordinari organizzati, sono state controllate  2364 persone e 2173 veicoli con approfondimenti nei sistemi di interrogazione delle Forze dell’Ordine.
L’attività  svolta ha permesso di elevare nel complesso in tutto il periodo ben 321 infrazioni, tra le quali di maggiore rilevanza sono state accertate : 51 infrazioni per guida in stato di ebbrezza con relativo ritiro della patente di guida; 5 infrazioni per velocità non commisurata; 10 infrazioni per mancanza copertura assicurativa; 24 infrazioni per guida senza cinture;   13 infrazione per l’utilizzo del telefono cellulare durante la guida; 18 infrazioni per mancata revisione del veicolo;   37 infrazioni per mancanza di documenti al seguito; 17 infrazione circa l’efficienza del veicolo;  4 infrazioni per guida senza casco;  5 infrazioni guida senza patente o con patente diversa; 47 Carte di Circolazione ritirate.  Sono state denunciate alla Autorità Giudiziaria 33 persone e decurtati oltre 1000 punti.

Lascia un commento