Controlli sui treni, identificate 493 persone

0

FIRENZE – Prove generali in Toscana a presidio della sicurezza ferroviaria in vista del maggior traffico in stazione e sui treni per l’Expo 2015 alle porte.
Nel corso di servizi straordinari organizzati ieri, 28 aprile, in stazione e sui treni sono stati, infatti, identificate 493 persone (di cui 93 a Santa Maria Novella, 114 a Empoli, 35 a Viareggio ed il resto nelle principali stazioni della regione), con quattro denunce per furto e minaccia.
Un potenziamento straordinario dei servizi che vengono svolti quotidianamente in Toscana, la cui centralità – nel panorama culturale ed economico nazionale – passa anche per l’importanza e la sicurezza della mobilità ferroviaria. Più di 1500 km di strade ferrate e di 1000 treni al giorno, 175 tra stazioni e fermate, 180.000 passeggeri al giorno, oltre 65 milioni all’anno: questi i numeri della mobilità ferroviaria in una regione dove il treno viene scelto ogni giorno da pendolari, turisti o semplicemente viaggiatori che l’attraversano per gli spostamenti da nord a sud.
Un mondo, quello che ruota intorno alle stazioni e a bordo dei treni, che viene ogni giorno tutelato proprio dai servizi della Polizia Ferroviaria, la cui divisa vuole essere un punto di riferimento e di sicurezza per il cittadino in viaggio.
Ieri i poliziotti della Polfer hanno potuto contare anche sull’ausilio del Reparto cinofili della Questura di Firenze, dei cani “in divisa”, che alla simpatia suscitata sempre dagli amici a quattro zampe, aggiungono una bravura e una competenza senza eguali nel controllo dei bagagli e dei passeggeri, decisive soprattutto nei servizi antisabotaggio e antidroga

No comments

*