Crimine sotto scacco, Arezzo “blindata” dalla Polizia

0

AREZZO – Continuano serrati i controlli da parte della Polizia di Stato nel capoluogo aretino. Nel pomeriggio di ieri, le pattuglie del reparto prevenzione crimine, impegnate nel controllo del territorio, hanno segnalato come assuntore di stupefacenti S.L., aretino dell’83, pregiudicato, trovato in possesso di 3 involucri contenenti cocaina ed eroina. L’uomo era stato fermato da una pattuglia del reparto prevenzione crimine a Campo di Marte. Sempre a campo di Marte il giorno precedente, un equipaggio della sez. volanti della Questura di Arezzo ha segnalato alla locale Prefettura per un fatto simile, G.P., cittadino polacco, pregiudicato e già segnalato per gli stessi motivi, in quanto trovato in possesso di una dose di stupefacente.

Espulso ed accompagnato presso il C.i.e. di Roma un cittadino tunisino. L’uomo era stato controllato nella mattinata dal Poliziotto di Quartiere e denunciato per false generalità. Il controllo è avvenuto a Villa Severi, una delle zone della città vigilate dalla pattuglia appiedata della Questura di Arezzo in quanto a rischio di spaccio di stupefacenti. In particolare, durante il servizio, due poliziotti di quartiere hanno controllato A.B., tunisino, ventenne, poichè notato aggirarsi con fare sospetto nella zona. L’uomo ha declinato delle generalità che, in seguito agli accertamenti esperiti negli uffici della Questura, sono risultate false. Peraltro, le verifiche da parte degli ispettori dell’ufficio immigrazione della Questua hanno appurato che l’uomo risultava clandestino nonchè già respinto alla frontiera. Pertanto, l’immigrato è stato accompagnato da personale della Polizia di Stato presso il C.i.e. di Roma al fine del rimpatrio.

Elevate anche delle sanzioni al codice della strada: in particolare, gli agenti delle volanti della Polizia di Stato hanno denunciato un cittadino bulgaro, sorpreso a bordo della sua auto con targa bulagra contromano alle 4:40 della mattina di venerdì nel centro di Arezzo: l’uomo è risultato positivo al’alcooltest con tasso alcolemico maggiore di 1,5 g/l,: a suo carico è scattata la denuncia per il reato previsto dal codice della strada nonché il ritiro della patente.

Riconsegnato al legittimo proprietario un cellulare Apple Iphone: la Polizia di Stato l’aveva rinvenuto alcune settimane prima durante l’arresto di un pregiudicato per stupefacenti: dai successivi accertamenti, esperiti anche contattando la sede americana di Apple, si è risaliti al profilo del proprietario, un aretino che ne aveva denunciato il furto ad ottobre. Il giovane è stato contattato dalla Polizia per la restituzione dell’apparato, perfettamente funzionante.

Le attività suindicate si inscrivono nell’ambito dei costanti controlli svolti dalla Polizia di Stato: tra l’altro, nel pomeriggio di ieri sono stati ribaditi i servizi di pattugliamento e presidio nella varie aree sensibili della città, anche tramite l’apporto delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Toscana della Polizia di Stato.
I controlli sono stati volti anche a prevenire i furti nelle abitazioni con un’attività che si estesa lungo tutto il capoluogo, garantendo il pattugliamento lungo le varie direttrici periferiche della città.

No comments

*