Cultura, il responsabile regionale è Ciro Costagliola, editore di TGregione.it

0

FIRENZE  – Il dipartimento Cultura di Forza Italia ha nominato ieri, tramite il suo responsabile nazionale Edoardo Sylos Labini, il responsabile per la Toscana Ciro Costagliola, editore della nostra testata tgregione.it. “Il segnale del dipartimento Cultura e’ chiaro – sottolinea Sylos Labini in una nota – proprio nei momenti di difficolta’ bisogna avere il coraggio di costruire qualcosa di nuovo e di concreto che riunisca e non divida tutta l’area di centrodestra. Ricominciare dalla Cultura e’ un atto di grande novita’ in un settore che la sinistra ha ingiustamente monopolizzato negli ultimi decenni”. Ciro Costagliola, gia’ assessore alla Cultura di Forza Italia a Viareggio, consigliere della Fondazione Festival Pucciniano e membro del comitato di gestione del Premio Viareggio Repaci entra nella squadra di Sylos Labini in vista degli Stati Generali della Cultura del Centro destra indetti per i primi mesi dell’anno prossimo

“La creazione di un Dipartimento Nazionale per la Cultura è stata un’ottima idea in quanto garantisce al partito di Forza Italia un organo completamente dedicato alle politiche culturali. Il dipartimento nazionale potrà in questo modo comunicare direttamente con i responsabili regionali, che a loro volta saranno gli interlocutori di riferimento degli amministratori locali su più livelli – commenta Ciro Costagliola -: Il mio obiettivo, in qualità di responsabile culturale per la Regione Toscana, sarà proprio quello di rapportarmi con i rappresentanti di Forza Italia chiamati ad amministrare il nostro territorio. Il mio compito sarà quello di divulgare loro le linee guida adottate a livello nazionale e regionale, collaborando al fine di definire i percorsi e le iniziative da intraprendere per valorizzare e promuovere al meglio il grande patrimonio culturale toscano. Sono centinaia i musei, i teatri, le biblioteche, i monumenti e beni architettonici che costituiscono una testimonianza storica e culturale, ma è necessario, proprio per una maggiore conoscenza, pensare e realizzare delle iniziative che sappiano “raccontare” i meritevoli artisti del nostro tempo. Per questo il primo step sarà quello di presentare il progetto “OFF – Gli artisti toscani che nessuno vi racconta”, che prevede l’organizzazione di mostre di Arti visive, presentazioni di libri e attività legate al mondo dello spettacolo (Teatro, Danza, Musica).

 

No comments

*