Da Lucca a Montecatini, rapina in trasferta: in sei in manette

0

MONTECATINI TERME – La scorsa notte a Montecatini Terme, al termine di specifici accertamenti, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile unitamente ai militari delle Stazioni di Ponte Buggianese, Buggiano e Monsummano Terme, hanno arrestato, per rapina aggravata in concorso, sei cittadini marocchini, dei quali tre minori, tutti residenti in provincia di Lucca. In particolare, i sei giovani, verso le ore 23.00 di ieri 2 gennaio, mentre viaggiavano su un treno regionale proveniente da Viareggio , diretto alla Stazione di Firenze Santa Maria Novella, accerchiavano, aggredivano e minacciavano tre minori italiani, residenti a Montecatini Terme, derubandoli di un telefono cellulare, soldi in contanti, di una custodia e di un carica batteria per telefono cellulare. Uno dei passeggeri che aveva assistito al delitto nonché il capotreno provvedevano ad allertare il 112 che inviava le pattuglie immediatamente presso la Stazione ferroviaria di Montecatini in attesa che sopraggiungesse il treno. I militari operanti, saliti a bordo del convoglio, individuavano i malfattori che venivano prontamente bloccati sebbene tentassero di darsi alla fuga. Sottoposti a perquisizione personale venivano trovati in possesso della refurtiva, eccetto il telefono cellulare, che veniva restituita agli aventi diritto. A causa dei concitati fatti, il treno subiva un ritardo di circa 35 minuti. I minorenni arrestati sono stati condotti presso un centro di prima di accoglienza di Firenze, mentre i tre maggiorenni, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

I Carabinieri della Stazione di Pescia e del NORM di Montecatini Terme, durante la nottata hanno denunciato due persone per guida in stato di ebbrezza. Nello specifico si tratta di un 33enne, residente in provincia di Lucca e di una 32enne, residente a Pieve a Nievole, i quali, controllati alla guida nelle citate località a bordo delle rispettive auto, a seguito dei prescritti accertamenti, venivano riscontrati con un tasso alcolemico oltre il limite consentito dalla legge. Ad entrambi gli veniva ritirata la patente di guida.

Ciro Costagliola

No comments

*