Dalla Spagna alla Sicilia con 24 cavalli: camionista fermato in autostrada, i quadrupedi affidati alla Asl

AREZZO – Trasporta cavalli senza riposare e farli riposare: la Polizia di Stato gli ritira la patente.

Un camionista spagnolo è stato fermato dalla Polizia Stradale di Arezzo in Valdichiana. Stava trasportando su di un’autotreno ventiquattro cavalli ma i poliziotti, osservando dall’esterno il mezzo, hanno fiutato che qualcosa non quadrava.

Gli agenti sanno che il trasporto di animali deve avvenire osservando specifiche modalità, soprattutto per salvaguardare il diritto degli animali a un trattamento dignitoso.

Gli investigatori hanno accertato che gli equini erano partiti dalla Spagna e dovevano essere condotti in Sicilia. All’interno del camion gli animali erano stati sistemati senza rispettare gli standard previsti dalla normativa europea. Inoltre, il viaggio andava spezzettato in più tappe, in modo da preservare il benessere dei cavalli e non sottoporli a stress.

Gli agenti hanno fatto intervenire sul posto la USL 8 di Arezzo. Il veterinario ha confermato i sospetti della Polstrada e, pertanto, i cavalli sono stati condotti presso una stalla, ove poter riposare prima di riprendere il viaggio.

Il camionista pensava di cavarsela così, ma i poliziotti hanno approfondito i controlli. Infatti, hanno scoperto che l’uomo aveva applicato una calamita sulla scatola nera del camion, al fine di taroccare la registrazione delle ore di guida e, così, aggirare la normativa sui tempi di riposo da osservare. Il raggiro non ha avuto successo. I poliziotti lo hanno sanzionato per oltre 3.000 euro di multa, con il fermo del camion e il ritiro della patente.

Lascia un commento