“Dammi una sigaretta”, al no prende a pugni il malcapitato: denunciato un 33enne

0

LUCCA – La Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà un 33enne residente in centro storico, con diversi precedenti per reati contro il patrimonio e la persona, tanto che nell ‘aprile del 2011 fu destinatario della misura di prevenzione dell’ avviso orale da parte del questore di Lucca. Per un po’ il medesimo è rimasto tranquillo, temendo l’ inasprimento delle misure tra cui la temuta sorveglianza speciale della Pubblica sicurezza, salvo poi  ritornare a delinquere a causa della sua indole delinquenziale. Nelle scorse settimane il giovane per strada aveva incrociato un suo vicino di casa, di poco più giovane, chiedendogli con insistenza un pacchetto di sigarette. Il vicino aveva risposto negativamente, infastidito dalla petulanza del 33enne che, insoddisfatto di non aver reperito le tanto agognate sigarette e della risposta piccata del vicino, lo aveva aggredito per strada, prendendolo a pugni e facendolo rovinare a terra, per poi allontanarsi con tutta tranquillità. Il malcapitato era dovuto ricorrere alle cure mediche, con il trasporto al Pronto soccorso del S. Lucca a mezzo di ambulanza; qui i sanitari gli avevano suturato le ferite, stilando un referto con una settimana di prognosi. Il giovane ha poi sporto querela in Questura; la  sezione reati contro la persona della Squadra Mobile ha avviato le indagini, ottenendo i riscontri probatori del caso e denunciando alfine il protagonista non solo per il reato di lesioni personali, ma anche per quello di minaccia. Difatti il 33enne, per paura delle conseguenze legali, l’ indomani di buon mattino aveva suonato al citofono della vittima, che gli aveva aperto pensando di ricevere le sue scuse; invece era stato minacciato di conseguenze fisiche ulteriori, se si fosse permesso di sporgere denuncia alla Polizia.

No comments

*