Del Ghingaro e quella tentazione chiamata Firenze

0

LUCCA – Quo vadis, Giorgio? Dove vai, Giorgio? E’ questa la domanda che avremmo voluto rivolgere all’ex sindaco di Capannori Giorgio Del Ghingaro, salito alla ribalta della cronaca politica viareggina per le forti sponsorizzazioni alla sua candidatura a sindaco della città da parte di Pasquale Sgrò  ( leggi anche: Viareggio può giocarsi il futuro a dadi? Pasquale Sgrò appoggia Del Ghingaro ) e dell’ex consigliera comunale Rossella Martina. Ma lui, uno dei nomi del Pd sicuramente più spendibili dopo il gran lavoro svolto nel comune della piana, sta davvero pensando a buttarsi su Viareggio, una città in dissesto e con un partito in piena guerra interna?!

Ce lo immaginiamo, Del Ghingaro, alla guida della sua auto al casello della Firenze-Mare di Capannori, deve solo scegliere se girare a sinistra, verso la costa e la Viareggio dove troverebbe – come detto – persone pronte a sostenerlo nella corsa alla scomodissima poltrona di piazza Nieri e Paolini, oppure a destra, verso Firenze e il consiglio regionale, le cui elezioni per il rinnovo si terranno proprio questa primavera. Già, perché negli ambienti del Pd di Palazzo Panciatichi (sede del Consiglio Regionale, ndr) ultimamente il suo nome viene fuori molto spesso come uno dei “carichi” da giocare in provincia di Lucca, una voce questa, che gira prepotente anche nella città delle mura e, non ultima, a Viareggio. Addirittura, e il condizionale in certi casi è d’obbligo, soprattutto quando non si riesce ad avere conferma o smentita da parte dell’interessato, sembrerebbe che la candidatura alle regionali di Del Ghingaro possa essere ufficializzata già la prossima settimana. Dal canto suo l’ex primo cittadino di Capannori si è trincerato dietro l’irreperibilità.

Una notizia questa che, se confermata, risulterebbe difficile da digerire da chi per lui si era esposto in modo importante, come Rossella Martina e Pasquale Sgrò, ma non solo, un Del Ghingaro candidato alla Regione potrebbe far poco piacere anche a quei rappresentanti versiliesi del Pd in corsa per un posto a Firenze, come Michele Silicani (ex Sindaco di Stazzema) ed Ettore Neri (Sindaco in carica di Seravezza), che si troverebbero così un forte avversario da superare sia per essere ammessi nel listino sia, poi, per aggiudicarsi la corsa alle preferenze; il tutto considerando che in corsa potrebbe scendere anche Andrea Palestini, capogruppo in Provincia, e soprattutto che appare scontata la candidatura di un altro pezzo grosso del Pd lucchese: il presidente della Provincia Stefano Baccelli.

Non resta quindi che attendere l’evolversi degli eventi, probabilmente quindi non molto stando alle voci che fuoriescono dal Pd, di sicuro, anche qualora non scattasse la candidatura alle Regionali, sarebbe comunque difficile immaginare una corsa a sindaco di Viareggio – in queste condizioni – come il primo dei pensieri, e dei desideri, di un Amministratore che ha fatto diventare la sua città un modello da seguire e che quindi, ha saputo farsi apprezzare per i traguardi raggiunti, cosa sempre più rara al giorno d’oggi.

No comments

*