Denuncia di aver subito una violenta rapina, denunciato per simulazione

0

BUGGIANO – Aveva denunciato ai carabinieri di Pescia, di avere subito una violenta rapina ad opera di due sconosciuti con il volto parzialmente nascosto dalla visiera dei cappellini. Secondo il racconto della stessa vittima, un operaio 28enne di Uzzano, incensurato, l’aggressione sarebbe avvenuta a Buggiano la sera del 16 febbraio, mentre era intento a telefonare con il suo smartphone, vicino alla propria autovettura parcheggiata all’incrocio di via Caduti di tutte le guerre e via Acquavivola. Il giovane sarebbe stato immobilizzato dai due rapinatori dopo essere stato colpito varie volte con pugni  alla testa e al torace. I due malfattori si sarebbero allontanati  a bordo di un’auto, dopo avergli rubato il portafoglio con documenti vari e circa trecento euro. Il giovane,  dopo il fatto aveva raggiunto il pronto soccorso dell‘ospedale di Pescia, dove si era fatto medicare una contusione alla testa e un trauma al braccio sinistro, poi rivelatisi procurati,  con cinque giorni di prognosi, denunciando l’accaduto ai carabinieri di Pescia. Gli stessi militari di Pescia insieme ai colleghi di Buggiano,  dopo una serie di puntigliosi accertamenti hanno appurato la non veridicità del racconto del ragazzo, che ha ammesso di avere simulato la rapina per giustificare con i suoi familiari lo smarrimento del portafoglio, e che è stato conseguentemente denunciato.

No comments

*