Denuncia una rapina per non pagare l’assicurazione

0

LUCCA -Nel pomeriggio del 26 gennaio scorso, una persona si è presentata presso la Stazione Carabinieri di Capannori per denunciare che poche ore prima un individuo, del quale forniva anche una dettagliata descrizione fisica, lo avrebbe strattonato spignendolo giù dall’abitacolo sottraendogli l’autovettura, FIAT 500, da lui noleggiata all’AVIS.  Le indagini condotte dalle Stazioni dipendenti da questa Compagnia, interessate per il concorso nelle ricerche, hano consentito nei giorni scorsi, alla Stazione di Pieve di Compito, di ritrovare l’autovettura parcheggiata nei pressi di una abitazione di un soggetto noto a quest’Arma per analoghi fatti, motivo per cui si sono posti in essere servizi di osservazione tesi a sorprendere l’autore del reato alla guida del veicolo.

Nel pomeriggio di ieri 7 febbraio, la pazienza dei militari è stata premiata. Verso le 15 due persone sono uscite da quell’abittazione e sono saliti in macchina. Dopo poche centinaia di metri però hanno trovato ad aspettarli una pattuglia dei Carabinieri di Pieve di Compito che li ha fermati e portati in caserma.

Alla guida S.F. del 1990, residente a Pieve di C., il quale però interrogato in merito ai fatti ha dichiarato assolutamente di non aver picchiato nessuno per appropriarsi della macchina, ma di averla vista incustodita con le chiavi inserite nel cruscotto e per qesto, approfittando della totale assenza del proprietario se ne era appropriato.

Contestualmente, presso la caserma dei Carabinieri di Capannori, veniva chiamato il “rapinato” per dare conferma, a mezzo di riconoscimento fotografico, di essere stato rapinato da quell’individuo.

Dopo aver notato troppe incongruenze nel racconto dei fati e l’incertezza nel riconoscere il soggetto in foto, apparso strano anche perché aveva dichiarato che il “rapinatore” era a volto scoperto, òle domande dei Carabinieri sono iniziate ad essere incalzanti finchè l’uomo non è crollato ed ha dichiarato di essersi inventato tutto.

Aveva denunciato di essere stato rapinato della macchina poiché la società di noleggio gli avrebbe addebitato la somma di 12000 € circa perché l’assicurazione non avrebbe coperto il danno per un furto commesso in queste assurde circostanze, laddove la responsabilità sarebbe ricadutra solo ed esclusivamente su di lui.

A concusione di tutta questa vicenda S.M. è stato denunciato per il furto del’autovettura oltre che per ricettazione, poiché nella sua abitazione sono stati trovati molti oggetti di provenienza furti: l’uomo della 500 55enne di Capannori, dovrà rispondere di simulazione di reato.

 

No comments

*