Denunciati per violazione di domicilio, i 5 erano entrati in casa per far cambiare il gestore elettrico

0

LUCCA – Intervento delle Volanti della Questura a S. Alessio dove dapprima una signora e poi un altro residente in zona segnalavano dei giovani molesti. In particolare i cinque, approfittando del fatto che la porta di casa non era chiusa a chiave, si erano introdotti nella abitazione della prima richiedente per tentare di farle sottoscrivere un contratto “porta a porta” per cambiare il gestore di energia elettrica. A dire della signora i 5, nonostante i suoi reiterati inviti ad uscire da casa sua, si trattenevano in casa contro la sua volontà tentando di persuaderla a firmare il contratto. I 5 si erano allontanati solo quando la donna aveva preso il telefono per chiamare la Polizia. Successivamente, con altrettanta molesta insistenza, avevano tentato la medesima mossa con una vicina di casa, che aveva allertato anche lei il 113. I 5 sono stati rintracciati poco distante ed identificati da una pattuglia della volante; ai poliziotti hanno negato di avere tenuto un comportamento scorretto. Le 2 signore sono state informate della possibilità di querelare i 5 per violazione di domicilio; al termine, i giovani venditori sono stati comunque invitati a tenere una condotta meno invasiva verso le persone eventualmente contattate.

La Polizia è poi intervenuta a Carignano per un allarme in abitazione. Sul posto si è fiondata una volante che, unitametne al proprietario, ha verificato trattarsi di falso allarme.

Le Volanti sono poi andate, su richiesta di un legale, in un negozio che vende complementi di arredo poco fuori le mura. Nel negozio erano spariti alcuni oggetti di arredamento, che invece erano sottoposti a pignoramento mobiliare. Dopo le iniziali titubanze il titolare ha ammesso che li aveva venduti perché dei clienti li avevano chiesti, nonostante la imposizione del giudice di tenerli a disposizione del creditore. Al termine degli accertamenti l’ uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica per il reato di mancata esecuzione di un provvedimento del giudice.

Nella giornata, movimentata, la Polizia è poi intervenuta al Pronto Soccorso da dove una paziente residente nella Piana, in stato di forte agitazione, si era allontanata indebitamente nonostante la necessità di prestargli le cure mediche. Una pattuglia dopo circa 10 minuti la rintraccia e la persuade a farsi accompagnare al Pronto soccorso, dove i sanitari la prendono in carico e le prestano le dovute cure.

No comments

*