Derubano un’anziana e fuggono: presi

0

LUCCA – Nel pomeriggio di ieri, durante il periodo delle festività natalizie, l’attività di prevenzione e controllo del territorio da parte della Squadra Volante ha consentito di assicurare alla giustizia un gruppo di extracomunitari responsabili di una serie di furti ed altri reati contro il patrimonio in tutta Italia.

Verso le ore 13.50, una donna del 1944 di nazionalità indiana segnala al 113 di essere stata derubata di due orecchini e di un anello in oro, in via del Cantone I, ad opera di tre persone fuggite, in direzione Lucca, a bordo di un’autovettura di colore blu elettrico con targa straniera della Gran Bretagna.

Con tempestività e prontezza di iniziativa, le due pattuglie della Squadra Volante hanno immediatamente intercettato e fermato la vettura nei pressi dell’incrocio tra la Via Nuova per Pisa e viale Europa, accorgendosi che il conducente dell’auto gettava un fazzoletto di colore bianco sul lato destro della carreggiata.

Dopo aver portato le persone a bordo della vettura presso gli uffici della Questura, gli operanti rinvenivano nel fazzoletto gettato a terra dal conducente gli ori asportati poco prima alla donna e identificavano a bordo dell’auto un uomo, due donne, tutti sottoposti a fotosegnalamento ad opera della Polizia Scientifica, ed un minore di 14 anni.

In particolare, l’uomo, di origini iraniane, domiciliato a Castel Volturno, risultava già segnalato dalla Stazione CC di Roma Casalotti come autore di un furto nel 2014 e, con altro alias, come autore del reato di lesioni personali e minaccia aggravata nel Comune di Trieste nel novembre 2014, per il reato di furto con destrezza a Rovereto nel dicembre 2012, per furto aggravato in concorso a Piacenza nel novembre del 2012, per il reato di ingresso illegale nel territorio dello Stato dalla Questura di Crotone nel mese di febbraio 2010.

Una delle due donne, di anni 39, sempre di origini iraniane e domiciliata a Castel Volturno, era stata segnalata per il reato di furto ed è risultata destinataria di due rintracci per altri reati di furto sempre in concorso con l’uomo.

L’altra donna iraniana, di anni 30, domiciliata a Roma presso il Centro di accoglienza ed il minore di 14 anni, figlio dell’iraniana più anziana, entrambi incensurati.

Inoltre, è stato disposto il fermo amministrativo del veicolo per il mancato pagamento della sanzione amministrativa inflitta all’uomo per la guida senza cintura di sicurezza.

Sempre l’uomo era destinatario di un provvedimento di rigetto della domanda di riconoscimento della protezione internazionale emesso dall’Ufficio Immigrazione della Questura di Caserta.

All’esito di tutti gli accertamenti, gli operatori della Squadra Volante hanno tratto in arresto quest’ultimo per il reato di furto aggravato in concorso, poi convalidato dal P.M. di turno, e denunciato sempre per il reato di furto aggravato in concorso le due donne.

Da ultimo, sono stati tutti muniti del foglio di via obbligatorio dal Comune di Lucca per anni tre e segnalati ai competenti Uffici per le valutazioni afferenti il riconoscimento della protezione internazionale.

No comments

*